Stadio Raoul Barrière

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Raoul-Barrière
Stade de la Méditerranée
BéziersMassy2.jpg
La Tribune de face dello stadio
Informazioni
StatoFrancia Francia
UbicazioneAv. des Olympiades, F-34500 Béziers
Inizio lavori1989
Inaugurazione1990
StrutturaCemento armato, pianta ellittica
CoperturaTribune laterali
Ristrutturazione2003-07
Mat. del terrenoerba ibrida
Area dell’edificio13 500 m²
ProprietarioBéziers
ProgettoJean Balladur
Intitolato aRaoul Barrière
Uso e beneficiari
Rugby a 15Béziers
CalcioAS Béziers (2018-)
Capienza
Posti a sedere18 555
Mappa di localizzazione

Coordinate: 43°20′04.97″N 3°15′57.6″E / 43.334714°N 3.266°E43.334714; 3.266

Lo stadio Raoul Barrière (in francese Stade Raoul-Barrière) è un impianto sportivo francese di Béziers. Dedicato principalmente al rugby, fu inaugurato nel 1990 con il nome di Stade de la Méditérranée, nome che tenne fino al 2019.

Di proprietà comunale, è fin dall'inaugurazione il terreno interno degli incontri di rugby del Béziers e, dal 2018, ospita anche la squadra di calcio dell'AS Béziers.

Lo stadio è capace di ospitare circa 18 500 spettatori e fu tra gli impianti che accolsero gare delle Coppe del Mondo di rugby 1991 e 1999.

Dall'aprile 2019 è intitolato a Raoul Barrière, rugbista francese degli anni cinquanta e sessanta.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Lo stadio vide la luce tra il 1989 e il 1990, anno della sua inaugurazione; progettato da Jean Balladur in vista degli imminenti (1993) XII Giochi del Mediterraneo assegnati al Linguadoca-Rossiglione[1], presenta un singolare disegno delle coperture delle due tribune laterali, le uniche gradinate dell'impianto a essere coperte: esse sono infatti a forma di conchiglia che si ispira alla tradizione della bivalvicoltura del vicino stagno di Thau[2].

Nel 1991 lo stadio fu tra quelli messi a disposizione dell'organizzazione della Coppa del Mondo, formalmente in capo all'Inghilterra ma con il sostegno logistico di altre regioni confinanti; in particolare, fu il primo impianto francese a essere utilizzato in Coppa del Mondo nonché la sede dell'incontro d'esordio della Francia in tale edizione di torneo[3], che nell'occasione batté 30-3 la Romania.

Nel 1993 ospitò due gare del torneo di rugby ai citati Giochi del Mediterraneo, quelle tra Francia XV e Italia e tra Spagna e Croazia; un anno più tardi fu anche sede di un test match di rugby a 13, tra Francia e Australia, vinto dai Kangaroos 74-0[4].

Ancora nel 1999 ospitò due incontri della Coppa del Mondo[5], la cui organizzazione era in capo alla federazione gallese e a cui la Francia nuovamente collaborò; singolarmente, quando nel 2007 fu la stessa Francia a organizzare la Coppa del Mondo, Béziers non figurò tra le città ospitanti del torneo.

Nel 2005 lo stadio fu sottoposto a una ristrutturazione che ne portò la capacità da più di 20 000 posti agli attuali 18 555 dei quali 16 110 a sedere[6]; contestualmente furono realizzati, sotto la gradinata principale, un ristorante e una taverna[6].

A livello dl club, invece, la Méditerranée fu il primo impianto a ospitare la finale di European Challenge Cup, al termine dell'edizione 1996-97[7]; più recentemente, nel 2018, vi si tennero inoltre alcuni incontri, compresa la finale, del mondiale Under-20 di rugby.

Nel 2018 lo stadio divenne anche l'impianto interno del locale club calcistico dell'Avenir Sportif Béziers[8] che, per avere l'omologazione da parte della federcalcio francese, dovette compartecipare alle spese per la realizzazione di un nuovo impianto LED di illuminazione del terreno da 1400 lx per evitare latenze nella riaccensione delle luci in caso di guasti o black out[8], di protezioni per la sicurezza dei tifosi ospiti, con percorsi separati[8] e di videosorveglianza, con l'installazione di 64 telecamere lungo tutto il percorso di squadre e tifosi[8]. A tali spese, circa 1200000 , non prese parte il club rugbistico, non essendo tali misure, a parte l'illuminazione, obbligatorie né per la relativa Lega né per la Federazione: a coprire la ristrutturazione, oltre al club, furono in parti uguali la città di Béziers, la relativa sottoprefettura, il dipartimento dell'Hérault e la regione dell'Occitania[8].

A giugno 2019 il consiglio comunale di Béziers votò la risoluzione di intitolazione dello stadio a Raoul Barrière, storico giocatore e allenatore del club morto pochi mesi addietro[9].

Incontri internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Rugby a 13[modifica | modifica wikitesto]

Béziers
4 dicembre 1994
Amichevole
Francia Francia0 – 74
referto
Australia Australiala Méditerranée (5 000 spett.)
Arbitro: Australia Bill Harrigan

Rugby a 15[modifica | modifica wikitesto]

Béziers
4 ottobre 1991, ore 20 UTC+1
Coppa del Mondo 1991, girone D
Francia Francia30 – 3
referto
Romania Romaniala Méditerranée (22 000 spett.)
Arbitro: Galles Les Peard

Béziers
1º ottobre 1999, ore 19 UTC+2
Coppa del Mondo 1999, girone C
Figi Figi67 – 18Namibia Namibiala Méditerranée (10 000 spett.)
Arbitro: Irlanda David McHugh

Béziers
2 ottobre 1999, ore 12 UTC+2
Coppa del Mondo 1999, girone C
Francia Francia33 – 20Canada Canadala Méditerranée (18 000 spett.)
Arbitro: Inghilterra Brian Campsall

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Jean-Paul Mazot, Les XIIes Jeux Méditerranéens (PDF), in Revue EP&S, nº 241, Paris, Editions EP&S, maggio-giugno 1993, p. 81, ISSN 0245-8977 (WC · ACNP). URL consultato il 29 novembre 2019 (archiviato dall'url originale il 29 novembre 2019).
  2. ^ (FR) François-Emmanuel Vigneau, L’architecture sportive. De la commémoration du sport au marketing commercial (PDF), in Federico Montanari e Ruggero Ragonese (a cura di), Ocula. Architettura e politica: un incrocio di sguardi, Bologna, Associazione Ocula, agosto 2012, p. 12, DOI:10.12977/ocula16, ISSN 1724-7810 (WC · ACNP) (archiviato dall'url originale il 16 maggio 2019).
  3. ^ (FR) 1991 : Société Générale à l’heure de sa première Coupe du Monde de Rugby !, su societegenerale.com, Société générale (archiviato dall'url originale il 19 aprile 2019).
  4. ^ (FR) 4 décembre 1994 : la France boit la tasse à la Méditerrannée, in Midi Olympique, Tolosa, 24 novembre 2015. URL consultato il 29 novembre 2019 (archiviato dall'url originale il 29 novembre 2019).
  5. ^ (FR) Jean-Bernard Fize, Béziers : il y a 16 ans, la Méditerranée en bleu accueillait France-Canada, in Midi Libre, 1º ottobre 2015. URL consultato il 29 novembre 2019 (archiviato dall'url originale il 2 ottobre 2015).
  6. ^ a b Guide de l'amateur, p. 206.
  7. ^ (FR) Finales 100% françaises en Challenge européen : la force de l'habitude, in l'Équipe, 10 maggio 2019. URL consultato il 22 agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 10 maggio 2019).
  8. ^ a b c d e (FR) Walid Kachour, Ligue 2 : le stade de la Méditerranée de l'AS Béziers devrait être officiellement homologué demain par la LFP, in France 3 Occitanie, 22 agosto 2018. URL consultato il 30 novembre 2019 (archiviato dall'url originale il 22 agosto 2018).
  9. ^ (FR) Béziers : c'est finalement le stade de la Méditerranée qui sera rebaptisé "Raoul-Barrière", in Midi Libre, 4 giugno 2019. URL consultato il 28 novembre 2019 (archiviato dall'url originale il 15 giugno 2019).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]