Stabskapitän

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Stabskapitän (dal tedesco, anche stabshauptmann; in russo: Штабс-капитан; translitterato: Štabs-kapitan) è stato un grado militare dell'Esercito prussiano e di quello dell'Impero russo

Prussia[modifica | modifica wikitesto]

Nella gerarchia militare prussiana si collocava tra il primo tenente e l'hauptmann/rittmeister e veniva anche denominato Tenente Capitano; spesso esercitava il ruolo di capitano o di comandante di compagnia in assenza del titolare, ma nonostante questo durante il regno di Federico il Grande il suo rango era inferiore a quello degli altri ufficiali al comando di truppe o appartenenti alla stato maggiore, come comandanti di reggimento, oberst e altri comandanti di compagnia e ciò finì per creare due livelli gerarchici tra gli ufficiali.

Impero Russo[modifica | modifica wikitesto]

Nell'esercito imperiale russo era equivalente al grado di Štabsrittmeister della cavalleria cosacca. Il grado venne introdotto nel 1798, sustituendo il grado di Štabs-poručik, che a sua volta aveva preso il posto nel 1705 del grado di de Štabslejtenant, stabilito da Pietro il Grande. Fino al 1884 il grado si collocava nel X° grupro X della Tavola dei ranghi dell'Impero Russo e tra il 1884 e il 1917 nel IX° gruppo. Lo Štabs-kapitan normalmente era al comando di una compagnia come capitano assistente. Il grado, soppresso con la rivoluzione russa rimase in vigore nell'Armata Bianca fino al 1921 gli Habitualmente estaba al mando de una compañía, como capitán asistente. Fue anulado con el Ejército Blanco en 1921.

Sequenza dei gradi
grado inferiore:
Poručik
(Tenente)

Lesser Coat of Arms of Russian Empire.svg Coat of arms Kolchak 1919.jpg
Štabs-Kapitan
(Capitano del personale)
grado superiore:
Kapitan
(Capitano)

Repubblica Federale Tedesca[modifica | modifica wikitesto]

Nella Seegrenzschutz, sezione navale dela Bundesgrenzschutz (prima polizia di frontiera della Repubblica Federale Tedesca il grado di stabskapitän è stato in vigore tra il 1951 e il 1956 ed era equivalente al grado di korvettenkapitän.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (RU) Sovétskaja voennaja enciklopedija, Mosca, 1978.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]