St Mary-le-Strand

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
St Mary-le-Strand
St. Mary-le-Strand London April 2006 083.jpg
Esterno
StatoRegno Unito Regno Unito
   Inghilterra Inghilterra
LocalitàLondra
Religionecristiana anglicana
TitolareMaria
Diocesidiocesi anglicana di Londra
Consacrazione1º gennaio 1723
ArchitettoJames Gibbs
Stile architettonicoBarocco
Inizio costruzione1714
Completamento1722
Sito webSito ufficiale

Coordinate: 51°30′43.82″N 0°07′00.85″W / 51.512171°N 0.116904°W51.512171; -0.116904

La chiesa di St Mary-le-Strand è una chiesa anglicana di Londra dedicata alla Madonna e situata sopra un'aiuola spartitraffico del trafficato Strand, da cui prende il nome.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'esterno in una stampa dell 1824

La prima chiesa di St Mary fu costruita più a sud nel 1222 col nome di Chiesa degli Innocenti e fu abbattuta nel 1549 da Edward Seymour, duca di Somerset. La nuova chiesa non fu edificata subito dopo (come avrebbero voluto i parrocchiani che si dovettero spostare nella vicina chiesa di St Clement Danes) ma soltanto a partire dal febbraio del 1714 dall'architetto Giacomo Gibbs. Il nuovo tempio fu consacrato il 1º gennaio 1723.

Il suo territorio fu una parrocchia civile fino al 1855, quando fu inclusa nel distretto dello Strand.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Esterno[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa in una stampa del XIX secolo

All'esterno la chiesa si presenta come un edificio compatto con due piani di finestre lungo i fianchi ed un'abside in fondo alla navata. La facciata, in stile barocco, è preceduta da un piccolo protiro semicircolare sorretto da colonne ioniche. Sopra di esso si trovano prima una grande finestra arcuata che dà luce all'interno, poi la torre campanaria cuspidata con un grande orologio sul davanti.

Interno[modifica | modifica wikitesto]

L'interno

All'interno la chiesa è a navata unica illuminata dalle monofore delle pareti laterali e dal finestrone della controfacciata. Lo spazio interno, decorato in uno stravagante barocco molto ricco (per via del quale Gibbs fu molto criticato), è coperto da una fastosa volta a botte con orecchioni sorretta da colonne corinzie e decorata con stucchi bianchi e dorati, dalla quale pendono alcuni lampadari ottocenteschi in ottone. L'abside semicircolare, che è posta in fondo alla navata, è illuminata da tre grandi monofore con vetrate policrome ed è coperta anch'essa da una volta decorata sfarzosamente da stucchi nei colori bianco e oro. Al centro dell'abside si trova l'altare ligneo.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN246996873
Londra Portale Londra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Londra