Stóra Dímun

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stóra Dímun
Faroe stamp 475 stora dimun.jpg
Francobollo delle Poste delle Isole Fær Øer emesso nel 2004
Geografia fisica
LocalizzazioneMare di Norvegia
Coordinate61°41′49″N 6°44′56″W / 61.696944°N 6.748889°W61.696944; -6.748889Coordinate: 61°41′49″N 6°44′56″W / 61.696944°N 6.748889°W61.696944; -6.748889
ArcipelagoIsole Fær Øer
Superficie2,6[1] km²
Geografia politica
StatoDanimarca Danimarca
Nazione costitutivaFær Øer Fær Øer
Centro principaleSvínoy
Demografia
Abitanti10 (2016)
Cartografia
Stora Dimun map.jpg
Mappa di localizzazione: Isole Fær Øer
Stóra Dímun
Stóra Dímun
voci di isole della Danimarca presenti su Wikipedia

Stóra Dímun è un'isola situata nella parte meridionale delle Isole Fær Øer, talvolta indicata solo con il nome di Dímun. L'isola è accessibile dal mare solo durante periodi di buona visibilità e mare calmo. Tuttavia, vi è un regolare servizio di elicotteri due volte alla settimana per tutta la durata dell'anno.

Prima del 1920, si potevano ancora scorgere i resti di un'antica chiesa, ma attualmente ne sono sparite completamente le tracce. Sull'isola sono presenti due rilievi collinari: Høgoyggj (396 m) and Klettarnir (308 m). L'isola fu abitata da molte famiglie dal tredicesimo secolo in poi, ma, attualmente, solo una decina di persone appartenenti a due famiglie, risiedono ancora stabilmente sull'isola.[2]

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome Stóra Dímun significa "Grande Dímun", in contrapposizione al nome dell'altra isola vicina Lítla Dímun o Piccolo Dímun. Secondo l'esperto di toponimi del luogo Jakobsen, la parola "Dimun" potrebbe essere di origine norrena, un toponimo celtico in cui "di" significa "due".[3]

La fattoria[modifica | modifica wikitesto]

C'è una sola fattoria, localizzata nella parte meridionale dell'isola, che costituisce anche l'unico insediamento abitato.

Il suolo su cui sorge la fattoria risulta ben fertilizzato dall'abbondante guano depositato per migliaia di anni dai numerosissimi uccelli marini e lo rende adatto all'allevamento delle pecore, presenti in numero di circa 400 capi.[4] La fattoria ha anche una rilevante produzione di rape.

Cucina[modifica | modifica wikitesto]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Faroe Islands in figures 2017 (PDF), su hagstova.fo, Hagstova Føroya. URL consultato il 21 novembre 2017 (archiviato dall'url originale il 5 febbraio 2018).
  2. ^ Stóra Dímun - One of most exotic places in the world, su storadimun.fo. URL consultato il 19 marzo 2018.
  3. ^ Fridtjof Nansen, In Northern Mists, Cambridge University Press, 17 aprile 2014, p. 163, ISBN 978-1-108-07170-3. URL consultato il 23 luglio 2014.
  4. ^ Dímunargarður, su storadimun.fo.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Isole Portale Isole: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di isole