Spyro Adventure

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Spyro Adventure
Titolo originale Spyro: Attack of the Rhynocs
Sviluppo Digital Eclipse
Pubblicazione Universal Interactive Studios
Serie Spyro the Dragon
Data di pubblicazione Flags of Canada and the United States.svg 27 ottobre 2003[1]
Zona PAL 20 novembre 2003[1]
Genere Piattaforme
Modalità di gioco Giocatore singolo
Piattaforma Game Boy Advance
Supporto Cartuccia
Fascia di età ESRB: E[1]
OFLC (AU): G
PEGI: 3+[1]
Preceduto da Spyro: Enter the Dragonfly
Seguito da Spyro Fusion

Spyro Adventure (o Spyro: Attack of the Rhynocs negli Stati Uniti) è un videogioco a piattaforme della serie Spyro the Dragon per Game Boy Advance. Il gioco è stato rilasciato il 27 ottobre 2003 in Nord America, il 20 novembre in Europa. Proprio come il secondo capitolo portatile di Spyro, non è stato rilasciato in Giappone. In questo terzo capitolo della saga del draghetto per GBA, Spyro si ritroverà alle prese con il suo nemico Ripto.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il Professore mostra a Spyro alcune delle sue ultime invenzioni, una macchina-spia, un proiettore in grado di tenere sotto osservazione Ripto, loro nemico di sempre, ed un maggiordomo-robot. Nell'essere collaudato, però, quest'ultimo riscontra un particolare problema, ha un corto circuito e tramite il proiettore apre un tunnel dimensionale che permette allo stesso Ripto e alla sua armata di rinoc di invadere il laboratorio del Professore. Toccherà a Spyro e a Sparx, anche questa volta, andare a cercare dodici cuori in altrettanti mondi per riparare i danni creati. Nel gioco saranno presenti, tra gli altri, anche la scimmia Agente 9 e il sergente James Byrd.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Spyro: Attack of the Rhynocs Release Information for Game Boy Advance - GameFAQs, GameFAQs. URL consultato il 30 aprile 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi