Spurio Postumio Albino Paululo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Spurio Postumio Albino Paululo
Nome originale Spurius Postumius Albinus Paululus o Paullulus
Gens Postumia
Consolato 174 a.C.

Spurio Postumio Albino Paululo[1] (latino: Spurius Postumius Albinus Paululus o Paullulus) (... – ...) è stato un politico romano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Probabilmente era fratello di Aulo Postumio Albino Lusco, console nel 180 a.C., e di Lucio Postumio Albino, console nel 173 a.C.; gli fu dato l'agnomen di Paululus (o Paullulus) perché di piccola statura e per distinguerlo dai fratelli.

Fu pretore in Sicilia nel 183 a.C. e console nel 174 a.C. con Quinto Mucio Scevola [2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Console romano Successore Consul et lictores.png
Publio Muzio Scevola
e
Marco Emilio Lepido II
(174 a.C.)
con Quinto Muzio Scevola
Lucio Postumio Albino
e
Marco Popilio Lenate