Sport Lisboa e Benfica (rugby a 15)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sport Lisboa e Benfica
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
SL Benfica logo.svg
«Águias (Aquile)»
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Colori 600px Rosso e Bianco orizzontale con aquila.svg Bianco · rosso
Simboli Aquila
Dati societari
Città Lisbona
Paese Portogallo Portogallo
Sede Lisbona
Federazione Flag of Portugal.svg  Portogallo
Campionato Divisão de Honra
Fondazione 26 dicembre 1924
Presidente Filipe Grenho
Allenatore José Mendes Silva
Palmarès
Coppe del PortogalloCoppe del PortogalloCoppe del PortogalloCoppe del PortogalloCoppe del PortogalloCoppe del PortogalloCoppe del PortogalloCoppe del PortogalloCoppe del Portogallo Coppe ibericheCoppe ibericheCoppe ibericheCoppe iberiche
9 Campionati portoghesi
9 Coppe del Portogallo
4 Coppe iberiche
Stadio
Campo da Sobreda
Almada
( posti)

Lo Sport Lisboa e Benfica è la sezione di rugby a 15 dell'omonima polisportiva portoghese. Fondata nel 1924, milita nella Divisão de Honra, il massimo campionato rugbistico del Paese, del quale è stato vincitore 9 volte tra il 1960 e il 2001; vanta anche la vittoria in altrettante Coppe del Portogallo (tra il 1961 e il 1985) e 4 coppe Iberiche tra il 1971 e il 2002.

I sui colori sociali sono il bianco e il rosso e la sede di gioco è lo stadio Sobreda ad Almada, nella regione di Lisbona.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La sezione, la più antica squadra di rugby del Portogallo, nacque in seno al Benfica il 26 dicembre 1924 per iniziativa di Pietro Gomes[1], primo capitano della formazione, della quale fu in seguito allenatore e presidente. La squadra ebbe il suo miglior momento del secondo dopoguerra a partire dalla fine degli anni cinquanta: del 1959-60 è infatti la vittoria nel primo campionato portoghese e già l'anno seguente, nel 1961, giunse l'accoppiata campionato-coppa nazionale.

Nel 1971 il palmarès si arricchì anche della Coppa Iberica; dopo il decennio finale del secolo senza vittorie, nel terzo millennio giunsero il nono titolo di campione nazionale nel 2001 e la quarta Coppa Iberica nel 2002, al 2017 il trofeo più recente.

Nel 2004, in coincidenza con gli 80 anni della sezione, la squadra[2] affrontò una crisi tecnica dovuta alla carenza di giocatori universitari i quali avevano iniziato a orientarsi verso le squadre di rugby delle proprie facoltà[2] nonché all'abbandono e la demolizione da parte della polisportiva del vecchio Estádio da Luz[2], che ospitava tutte le strutture della squadra; nelle more della costruzione del nuovo stadio la squadra di rugby si trasferì ad Almada, nel distretto di Setúbal e affrontò anche una retrocessione in seconda divisione; nel 2014 riunificò tutte le attività di allenamento a Lisbona pur mantenendo ad Almada la sede degli incontri della prima squadra[2].

Nella stagione 2017-18 milita nella Divisão de Honra, il primo livello del rugby portoghese.

Colori e simboli[modifica | modifica wikitesto]

I colori della squadra, come quelli del resto della polisportiva, sono il bianco e il rosso; il simbolo è l'aquila, che sormonta il pittogramma societario che, essendo il club nato come squadra di calcio, porta un pallone rotondo al proprio centro; sotto gli artigli dell'aquila un nastro verde e rosso riporta la locuzione latina E pluribus unum (Dai molti, uno), motto ufficiale della polisportiva. Il fornitore tecnico della sezione rugbistica è l'Adidas e la tenuta alternativa è di colore grigio antracite, con il logo societario sul petto in gradienti di grigio.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Filmato audio (PT) Vitórias & Património: Rugby, SAPO, 18 ottobre 2011. URL consultato il 17 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 19 febbraio 2016).
  2. ^ a b c d (PT) David Andrade, Aos 90 anos, o Benfica regressa ao local de origem, in Público, 2 ottobre 2014. URL consultato il 17 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 17 dicembre 2017).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rugby Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rugby