Spirit (Depeche Mode)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Spirit
ArtistaDepeche Mode
Tipo albumStudio
Pubblicazione17 marzo 2017
Durata49:18
Dischi1
Tracce12
GenereSynth pop
EtichettaColumbia
ProduttoreJames Ford
Registrazioneaprile–agosto 2016
Sound Design, Santa Barbara (California)
Jungle City Studios, New York (New York)
FormatiCD, 2 LP, download digitale
Certificazioni
Dischi d'oroFrancia Francia[1]
(vendite: 50 000+)
Germania Germania[2]
(vendite: 100 000+)
Italia Italia[3]
(vendite: 25 000+)
Polonia Polonia[4]
(vendite: 10 000+)
Depeche Mode - cronologia
Album precedente
(2013)
Album successivo
Singoli
  1. Where's the Revolution
    Pubblicato: 3 febbraio 2017
  2. Going Backwards
    Pubblicato: 23 giugno 2017
  3. Cover Me
    Pubblicato: 6 ottobre 2017
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
AllMusic[5] 4.5/5 stelle
MelodicaMente[6] 4.5/5 stelle
Pitchfork[7] 6,8/10
Sentireascoltare[8] 6,5/10

Spirit è il quattordicesimo album in studio del gruppo musicale britannico Depeche Mode, pubblicato il 17 marzo 2017 dalla Columbia Records.

Stile musicale[modifica | modifica wikitesto]

Spirit ricalca molto gli ultimi lavori dei Depeche Mode. Le canzoni presentano un suono molto moderno a metà tra la sperimentazione, come Scum, e il tradizionale stile del gruppo: So Much Love ad esempio a tratti ricorda A Question of Time rivisitata con l'elettronica pura di Sounds of the Universe. Going Backwards sembra aprirsi con il ritmo di Painkiller, traccia bonus facente parte di Ultra. Da sottolineare è l'evidente influenza dei Kraftwerk in Poorman. Infine, Eternal e Fail sono cantate esclusivamente da Martin L. Gore.

I testi del disco si focalizzano su temi sociali come l'esclusione, la decadenza e la retrocessione dei nostri tempi, le ingiustizie e il senso di fallimento e portano l'ascoltatore a riflettere sul mondo odierno; nonostante ciò non è possibile affermare che Spirit sia un album di orientamento politico, come più volte chiarito dalla band. La parola Spirit è cantata nella canzone conclusiva dell'album.

Tour[modifica | modifica wikitesto]

L'11 ottobre 2016 il gruppo ha annunciato attraverso il proprio sito ufficiale di avere in programmazione un tour mondiale per la promozione di Spirit, denominato Global Spirit Tour. La tappa europea estiva del tour è iniziata il 5 maggio 2017 da Stoccolma per concludersi nella città rumena di Cluj-Napoca il 23 luglio.

Il 28 febbraio 2017 è stato invece annunciato il tour in Nord America, cominciato il 23 agosto a Salt Lake City e terminato il 28 ottobre 2017 a Edmonton.[9]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Testi e musiche di Martin L. Gore, eccetto dove indicato.

  1. Going Backwards – 5:42
  2. Where's the Revolution – 4:59
  3. The Worst Crime – 3:48
  4. Scum – 3:14
  5. You Move – 3:49 (Martin L. Gore, Dave Gahan)
  6. Cover Me – 4:51 (Dave Gahan, Peter Gordeno, Christian Eigner)
  7. Eternal – 2:24
  8. Poison Heart – 3:17 (Dave Gahan, Peter Gordeno, Christian Eigner)
  9. So Much Love – 4:29
  10. Poorman – 4:25
  11. No More (This Is the Last Time) – 3:13 (Dave Gahan, Kurt Uenala)
  12. Fail – 5:07
Jungle Spirit Mixes – CD bonus nell'edizione deluxe
  1. Cover Me (Alt Out) – 4:27 (Dave Gahan, Peter Gordeno, Christian Eigner)
  2. Scum (Frenetic Mix) – 5:26
  3. Poison Heart (Tripped Mix) – 4:16 (Dave Gahan, Peter Gordeno, Christian Eigner)
  4. Fail (Cinematic Cut) – 5:38
  5. So Much Love (Machine Mix) – 7:20

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo
Altri musicisti
Produzione

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2017) Posizione
massima
Australia[10] 14
Austria[10] 1
Belgio (Fiandre)[10] 2
Belgio (Vallonia)[10] 1
Canada[11] 4
Danimarca[10] 4
Finlandia[10] 5
Francia[10] 1
Germania[10] 1
Grecia[12] 2
Italia[10] 1
Norvegia[10] 7
Nuova Zelanda[10] 32
Paesi Bassi[10] 4
Polonia[13] 1
Portogallo[10] 1
Regno Unito[14] 5
Repubblica Ceca[15] 1
Scozia[16] 3
Spagna[10] 2
Stati Uniti[11] 5
Stati Uniti (alternative)[11] 1
Stati Uniti (rock)[11] 1
Svezia[10] 3
Svizzera[10] 1
Ungheria[17] 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Les Certifications, Syndicat national de l'édition phonographique. URL consultato il 18 aprile 2017.
  2. ^ (DE) Gold/Platin Datenbank, Bundesverband Musikindustrie. URL consultato il 18 aprile 2017.
  3. ^ Certificazioni, Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 3 aprile 2017.
  4. ^ (PL) Przyznane w 2017 roku, Związek Producentów Audio-Video. URL consultato il 18 aprile 2017.
  5. ^ (EN) Neil Z. Yeung, Spirit, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 22 marzo 2017.
  6. ^ Stefano Pellone, Depeche Mode - Spirit, recensione, MelodicaMente, 18 marzo 2017. URL consultato il 18 marzo 2017.
  7. ^ (EN) Saby Reyes-Kulkarni, Depeche Mode - Spirit, Pitchfork, 18 marzo 2017. URL consultato il 22 marzo 2017.
  8. ^ Diego Ballani, Depeche Mode - Spirit, recensione, Sentireascoltare, 17 marzo 2017. URL consultato il 17 marzo 2017.
  9. ^ (EN) depechemode.com, http://depechemode.com/article/the-global-spirit-tour.
  10. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p (NL) Depeche Mode - Spirit, Ultratop. URL consultato il 18 aprile 2017.
  11. ^ a b c d (EN) Depeche Mode - Chart history, Billboard. URL consultato il 18 aprile 2017.
  12. ^ (EN) Official IFPI Charts – Top-75 Albums Sales Chart (Week: 13/2017), IFPI Greece. URL consultato il 18 aprile 2017 (archiviato dall'url originale il 14 aprile 2017).
  13. ^ (EN) OLiS - Sales for the period 17.03.2017 - 23.03.2017, OLiS. URL consultato il 18 aprile 2017.
  14. ^ (EN) Official Albums Chart Top 100: 24 March 2017 - 30 March 2017, Official Charts Company. URL consultato il 18 aprile 2017.
  15. ^ (CS) Hitparáda – Týden – 12. 2017., International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 18 aprile 2017.
  16. ^ (EN) Official Scottish Albums Chart Top 100: 24 March 2017 - 30 March 2017, Official Charts Company. URL consultato il 18 aprile 2017.
  17. ^ (HU) Top 40 album-, DVD- és válogatáslemez-lista, Hivatalos magyar slágerlisták. URL consultato il 18 aprile 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica