Spiraea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Spirea
Spiraea thunbergii1.jpg
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Rosales
Famiglia Rosaceae
Genere Spiraea
L., 1753
Classificazione APG
Specie

vedi testo

Spirea (Spiraea L., 1753) è un genere di piante della famiglia delle Rosaceae, originarie dell'Asia sud-orientale. L'altezza varia dai 50 cm ai 200 cm. Vengono coltivati a scopo ornamentale diversi ibridi derivanti dalle specie originarie.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Le spiree sono arbusti dai fusti sottili, poco ramificati. Sono coltivate come piante ornamentali; le foglie sono decidue, dentate o lobate, spesso picciolate. I fiori sono bianchi o rosati, piccoli e raccolti in vistose infiorescenze, i frutti sono piccole capsule. Fioriscono dall'inizio a metà primavera, a seconda delle specie.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Originarie dell'Asia, sono diffuse come pianta coltivata nei giardini dell'area mediterranea, anche nelle zone urbane in quanto sono molto resistenti all'inquinamento atmosferico.

Propagazione[modifica | modifica wikitesto]

La moltiplicazione può avvenire per divisione dei cespi, per talea, per margotta, per propaggine o tramite i polloni.

Usi[modifica | modifica wikitesto]

Orticoltura: molte specie ed ibridi di Spirea sono utilizzati a scop ornamentale, sono coltivati in parchi o giardini sia per la formazione di siepi sia in gruppi isolati.

Medicina tradizionale: le Spiree contengono salicilati. L'acido salicilico fu isolato per la prima volta da Spirea ulmaria (oggi Filipendula ulmaria). Ad essa fa riferimento il termine aspirina che fu coniato aggiungendo una a- alla parola "spirin" da Spirsäure nome in tedesco della Spirea . [1]

Il nettare è commestibile e il sapore gradevolmente amaro ne suggerisce l'uso come digestivo, alcolico o meno.

Metodi di coltivazione[modifica | modifica wikitesto]

Le spiree decorative preferiscono posizioni soleggiate per una maggiore fioritura. Hanno bisogno di annaffiature moderate. Sono piante molto resistenti sia al freddo che al caldo. Sono adattabili a tutti i tipi di terreno.

La potatura va eseguita subito dopo la fioritura primaverile per le specie a fiore bianco, a fine inverno o a inizio primavera per le altre.

La moltiplicazione avviene per divisione dei cespi, talea, margotta e dai polloni radicali.

Non necessita di concimazioni abbondanti, è piuttosto resistente a malattie e ai parassiti.

Spiraea x arguta

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Harper, D. aspirin. Online Etymology Dictionary. 2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica