Spezzatino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Spezzatino
001 Spezzatino.jpg
Origini
Luogo d'originenon conosciuta sconosciuto
Diffusionemondiale
Dettagli
Categoriasecondo piatto
Ingredienti principali
  • carne
  • verdure
  • soffritto
  • vino
  • aromi

Lo spezzatino è un secondo piatto simile allo stufato. Si ricava da tagli poco pregiati di vitello, manzo, agnello, o maiale che vengono cotti a lungo in umido dopo essere stati rosolati con burro, olio e/o cipolle e accompagnati da sughi, verdure e aromi.[1][2]

In Italia[modifica | modifica wikitesto]

Nelle tavole italiane, ove lo spezzatino è una ricetta tipica, lo si prepara usando la carne di vitello, che viene insaporita con le patate e i piselli.[1][3][4] Esistono molte varianti regionali in tutta la Penisola dello spezzatino. Ad esempio, in Toscana viene preparato quello celebre a base di manzo, carote, sedano e cipolle,[1] in Umbria sono tradizionali gli spezzatini di montone[5] e capriolo,[1] a Nuoro è tipico lo spezzatino al cinghiale,[1] mentre nel Friuli Venezia Giulia viene servito quello con erbe aromatiche e vino bianco secco.[1]

Nel mondo[modifica | modifica wikitesto]

Lo spezzatino trova dei corrispettivi in tutto il mondo, fra cui il gulasch ungherese,[6] il Makhan murg della cucina indiana[7] e lo stufatu corso.[8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f autori vari, Dizionario delle cucine regionali italiane, Slow Food, 2010, pp. 657-8.
  2. ^ spezzatino, su treccani.it. URL consultato il 10 luglio 2019.
  3. ^ Antonella Clerici, Bruno Vespa, Vino & cucina, Mondadori, 2012, "Spezzatino con piselli".
  4. ^ Spezzatino di vitello con patate, su ricette.giallozafferano.it. URL consultato il 10 luglio 2019.
  5. ^ Carlo Cracco, Umbria, Corriere della Sera, "Spezzatino di montone".
  6. ^ Gulasch spezzatino di manzo saporito, su blog.giallozafferano.it. URL consultato il 10 luglio 2019.
  7. ^ Karla Zimmerman, Canada occidentale, EDT, 2011, p. 188.
  8. ^ Autori vari, Francia settentrionale e centrale, EDT, 2011, p. 566.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina