Spelunky

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Spelunky
Spelunky.jpg
Titolo originale Spelunky
Sviluppo Derek Yu, Andy Hull
Pubblicazione Indipendente
Data di pubblicazione Microsoft Windows
21 dicembre 2008
8 agosto 2013 (remake)
Xbox 360
NA 4 luglio 2012
EU 5 luglio 2012
PS3, PS Vita
NA 27 agosto 2013
EU 28 agosto 2013
PlayStation 4
NA 7 ottobre 2014
EU 8 ottobre 2014
Genere Piattaforme, Azione
Modalità di gioco Single player, Multiplayer
Piattaforma Microsoft Windows, Xbox Live Arcade
Distribuzione digitale Xbox Live
Motore grafico Game Maker
Supporto Download digitale
Fascia di età ESRB: E
PEGI: 7+

Spelunky è un videogioco platform indipendente creato da Derek Yu e reso disponibile freeware per Microsoft Windows e come normale uscita commerciale per Xbox 360. Il giocatore controlla uno speleologo che esplora una serie di grotte collezionando gemme, salvando donzelle ed evitando le numerose trappole. La versione 1.0 del gioco è stata pubblicata il 1º settembre 2009, contestualmente alla conferma che il gioco sarebbe uscito anche per Xbox Live Arcade.[1] Il codice sorgente è stato reso disponibile il 25 dicembre 2009, insieme alla versione 1.1 del titolo. Su Xbox Live Arcade Spelunky è stato pubblicato il 4 luglio 2012.[2]

Gameplay[modifica | modifica wikitesto]

Il giocatore controlla un personaggio anonimo, noto come spelunker. Lo scopo del gioco è quello di arrivare al tesoro finale, esplorando anfratti sotterranei e collezionando tesori: il cammino, tuttavia, è ostacolato da trappole e temibili nemici. Lo spelunker per farsi strada può saltare e utilizzare la propria frusta, raccogliere gli oggetti sparsi nel livello, e infine lanciare bombe e corde. I livelli sono generati casualmente e sono raggruppati in quattro «aree» tematiche (miniere, giungla, grotte di ghiaccio, tempio), di difficoltà crescente e con oggetti, nemici, e bonus caratteristici. Se il giocatore finisce i cuori disponibili il personaggio muore e bisognerà ricominciare da capo.

Numerosissime sono le creature che popolano i livelli: pipistrelli, serpenti e ragni sono le più comuni, ma vi sono anche mostri come yeti, rane giganti e perfino il tristo mietitore, che apparirà nel caso si trascorra troppo tempo in un singolo stage. Il giocatore può collezionare molteplici oggetti, principalmente pepite d'oro e gemme di vario tipo, che oltre a rappresentare il punteggio sono utili per comprare nuovi equipaggiamenti: jetpack, picconi, bussole e via dicendo. Suddetti oggetti possono essere acquistati (o rubati) presso i vari mercanti sparsi nei livelli.

Il giocatore si può imbattere anche in damigelle in pericolo, che se scortate all'uscita regalano un punto vita.

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Spelunky è stato creato da Derek Yu e rilasciato come freeware per Microsoft Windows il 21 dicembre 2008.[3] Il codice sorgente della versione per Windows venne rilasciato nel 2008, secondo una licenza che autorizzava la distribuzione non commerciale del materiale, che poteva anche essere modificato. Basandosi su questo codice, la comunità di Internet ha creato una patch per il Mac OS X,[4][5] e varie mod.

Il 4 luglio 2012 venne pubblicata la versione ottimizzata per l'Xbox, mentre un remake venne pubblicato l'8 agosto 2012 per il PC, e il 27/28 agosto 2013 per la Playstation 3.

Influenze[modifica | modifica wikitesto]

Spelunky attinge a piene mani da titoli come La-Mulana, Rick Dangerous, e Spelunker, per quanto concerne la grafica dei personaggi ed il gameplay. Trattandosi di un gioco strutturato sui dungeon, fonde anche le influenze esercitate dal genere roguelike,[6][7] dal quale si ispira per la generazione casuale delle mappe, la mancanza di punti di salvataggio e la difficoltà generale. Altra preziosa fonte d'ispirazione è la serie Super Mario, come ha affermato lo stesso Derek Yu: entrambi, infatti, si basano su un ambiente completamente bidimensionale, con le identiche meccaniche fisiche.[8]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Accoglienza
Recensione Giudizio
IGN 9/10 stelle
GamesRadar 5/5 stelle
GameTrailers 8.3

Spelunky ha ricevuto giudizi estremamente positivi dalla critica. IGN assegnò al gioco un punteggio di 9.10, insignendolo dell'Editor's Choice award e definendolo «un superbo platformer bidimensionale che è tanto semplice da odiare come da amare».[9] GamesRadar gli assegnò una valutazione di 5/5, lodando la modalità di gioco e l'incessante sensazione di scoperta.[10] Similmente, GameTrailers gli assegnò un punteggio di 8.3.[11] Addirittura, PC Gamer UK, nel 2013, insignì il videogioco del titolo di «miglior videogioco dell'anno».[12]

Considerevoli sono le influenze esercitate da Spelunky negli altri videogiochi: lo spelunker può essere sbloccato (e utilizzato) in Super Meat Boy,[13] e fa anche un cameo in Bit.Trip Presents... Runner2: Future Legend of Rhythm Alien, dove compare sotto le vesti di personaggio DLC.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Official web page, spelunkyworld.com. URL consultato il 26 marzo 2010.
  2. ^ Major Nelson Xbox Live Marketplace Release Schedule, majornelson.com. URL consultato il 26 giugno 2012.
  3. ^ (EN) Derek Yu, Spelunky v1.1 (and Source)!, su TIGForums, TIGSource, 21 dicembre 2008. URL consultato il 7 agosto 2015 (archiviato dall'url originale il 7 agosto 2015).
  4. ^ (EN) Samit Sarkar, Spelunky unofficially patched with Mac OS X support, su Spelunky, Mossmouth's renowned roguelike platformer, is now playable on Mac OS X, thanks to an unofficial patch from the game's community., polygon.com, 12 ottobre 2012. URL consultato il 7 agosto 2014.
  5. ^ (EN) Spelunky v1.3 (and Source) - Now for Mac OS X and Windows, forums.tigsource.com, 12 settembre 2012. URL consultato il 5 ottobre 2012.
  6. ^ One Life Left, 4.
  7. ^ (EN) Russ Frushtick, Spelunky: The everlasting Platformer, polygon.com, 22 giugno 2012. URL consultato il 25 ottobre 2013.
  8. ^ Nick Robinson, Watch Spelunky's creator build a hellish stage in Super Mario Maker, polygon.com, 26 agosto 2015.
  9. ^ (EN) Spelunky Review, IGN. URL consultato il 22 agosto 2012.
  10. ^ (EN) Spelunky Review, GamesRadar, 5 luglio 2012. URL consultato il 22 agosto 2012.
  11. ^ (EN) Spelunky Article Review and Ratings, GameTrailers. URL consultato il 22 agosto 2012.
  12. ^ (EN) Game of the year 2013: Spelunky, su PC Gamer UK, Future plc, 1º gennaio 2014. URL consultato il 2 gennaio 2014.
  13. ^ (EN) Character roster update!, su Blog ufficiale del Team Meat, 18 settembre 2010. URL consultato il 10 gennaio 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Videogiochi