Speedy Working Motors

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Speedy Working Motors
Stato Italia Italia
Fondazione 1971 a Paderno Dugnano
Fondata da Pietro Sironi e Fausto Vergani
Chiusura 1984
seconda chiusura nel 1987
Sede principale Paderno Dugnano
Persone chiave Pietro Sironi e Fausto Vergani e Emilo Ferraboschi
Settore Motociclette
Dimensioni casa produttrice di motocicli del passato
Sito web www.swm-moto.net

La Speedy Working Motors (SWM) è stata una casa motociclistica produttrice di motociclette da fuoristrada di origine lombarda, attiva dal 1971 al 1984.

Fondata da due appassionati, Pietro Sironi e Fausto Vergani, con sede a Palazzolo Milanese, fraz. di Paderno Dugnano, nacque con l'intento di concorrere con le migliori motociclette da fuoristrada del tempo, equipaggiate da motori a due tempi e provenienti quasi tutti dall'estero, con la Sachs e Rotax in particolare evidenza.
La Casa lombarda ebbe buoni risultati nelle competizioni fin dai suoi esordi, nella Regolarità, nel Cross e nel Trial, dove fu la prima Casa italiana a vincere un Campionato del Mondo (nel 1981 con il francese Gilles Burgat).
Grazie anche all'impegno del direttore tecnico e designer Emilio Ferraboschi[senza fonte] riusci ad avere un grandissimo riscontro in campo commerciale ed essere definita come migliore moto dell'anno con l'SWM RS 125 GS del 1979. In seguito a difficoltà finanziarie, la SWM nel 1984 entrò in concordato preventivo e successiva liquidazione, ne consegui la chiusura definitiva nel 1995. Sironi provò a continuare l'attività con il marchio SVM, nome che stava per Società Veicoli Milanese, ma l'operazione ebbe breve durata: nel 1987 SVM chiuse definitivamente i battenti.

Una delle tante moto fu la SWM Silver Vase.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]