Speedrun

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nella fotografia, un team di giocatori sta tentando una speedrun del videogioco Ocarina of Time in occasione della settima edizione del festival Mang'Azur tenutosi nel 2013 a Tolone, Francia

Una speedrun o uno speedrun[1] è il completamento di una partita di un videogioco, o di una sezione dello stesso, nel più breve tempo possibile, a scopo di sfida personale o di dare nuovo interesse al rigiocare un titolo già completato[2]. Coloro che si dedicano a questa pratica sono chiamati speedrunner e, di solito, realizzano le speedrun registrando le proprie partite e pubblicandole sotto forma di video per poter provare la loro impresa.

Di solito per effettuarli i giocatori sfruttano tecniche particolari, come nel caso del rocket jump negli sparatutto in prima persona, o addirittura dei bug o glitch che permettono vantaggi inaspettati (molto presenti ad esempio nel caso di Final Fantasy VI[3][4]). L'obiettivo della speedrunner può anche essere proprio di evitare lo sfruttamento di glitch.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Lo speedrunning nasce nella seconda metà degli anni '90[senza fonte], grazie al gioco Doom di Id Software e grazie alla possibilità di registrare le proprie partite in file di poche decine di kbyte; è stato però Quake il gioco che ha reso celebre la pratica con la possibilità di montare, grazie anche all'uso di editor esterni, le registrazioni delle partite. Lo speedrunning ha trovato facile diffusione tramite internet creando vere e proprie comunità che si scambiano informazioni su come "limare" anche solo di qualche secondo il tempo di completamento di un gioco o anche solo di un livello.

Con il passare del tempo la speedrun è diventata una sorta di "disciplina" che prevede la sua realizzazione in diverse varianti per ogni videogioco; ad esempio: completare un gioco scoprendone tutti i segreti; giocando al livello di difficoltà più alto; e così via. A tale proposito, sono state create nuove categorie come any % (in cui chi gioca si impegna ad arrivare alla fine del gioco senza bisogno di completare tutti gli obiettivi e non tenendo dunque conto di eventuali side quest e magari sfruttando glitch o bug), oppure categorie gioco-specifiche come la catch ‘em all, della serie di videogiochi Pokémon.

Maratone di speedrunning[modifica | modifica wikitesto]

Una maratona di speedrunning consiste nella realizzazione di più speedrun in successione, solitamente ad opera di più speedrunner, le quali vengono trasmesse in diretta streaming attraverso piattaforme di livestreaming come YouTube o Twitch. Generalmente queste maratone vengono organizzate da gruppi di fan che si riuniscono per realizzare speedrun di videogiochi e raccogliere soldi per beneficenza, ma possono anche trattarsi di eventi puramente online. Le maratone di speedrun più popolari sono la Games Done Quick, tenuta negli Stati Uniti dal 2010, e la European Speedster Assembly, tenuta in Svezia dal 2012. Entrambe le maratone si svolgono due volte all'anno, rispettivamente nel periodo invernale ed estivo. In particolare, la Awesome Games Done Quick 2018, edizione invernale di Games Done Quick, tenutasi nei giorni 7–14 gennaio 2018, ha raccolto un totale di $2.294.612 in favore della Prevent Cancer Foundation[5].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ad esempio su Multiplayer.it compaiono usi sia al femminile sia al maschile.
  2. ^ (EN) Frequently Asked Questions, su speedrunslive.com.
  3. ^ (EN) How to cheat the greatest RPG ever made, su GameInformer. URL consultato il 22 novembre 2014 (archiviato dall'url originale il 5 gennaio 2015).
  4. ^ (EN) Speed Demos Archive - Final Fantasy VI, su Speed Demos Archive. URL consultato il 22 novembre 2014.
  5. ^ Awesome Games Done Quick 2018 Donation Tracker, su gamesdonequick.com. URL consultato il 14 gennaio 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Link generici

Link per giochi specifici

  • Quake done Quick, su planetquake.com. URL consultato il 16 gennaio 2008 (archiviato dall'url originale il 25 agosto 2005).
  • raccolta di demo di Doom, su doom2.net. URL consultato il 18 maggio 2008 (archiviato dall'url originale il 22 ottobre 2013).
  Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi