Specificità biologica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

In biologia, la specificità biologica è la tendenza di una caratteristica come un comportamento o una variazione biochimica a verificarsi in una particolare specie.

Il biochimico Linus Pauling affermava che "La specificità biologica è l'insieme delle caratteristiche degli organismi viventi o dei costituenti degli organismi viventi di essere speciali o di fare qualcosa di speciale. Ogni specie animale o vegetale è speciale, differisce in qualche modo da tutte le altre specie... la specificità biologica è il problema principale nella comprensione della vita."[1]

Suddivisioni[modifica | modifica wikitesto]

A seconda dei casi, le caratteristiche biologiche possono essere ulteriormente descritte come interspecifiche, intraspecifiche e conspecifiche.

Interspecificità[modifica | modifica wikitesto]

L'interspecificità (letteralmente "tra le specie"), o l'essere interspecifico, descrive i problemi tra individui di specie separate. Questi possono includere:

Intraspecificità[modifica | modifica wikitesto]

L'intraspecificità (letteralmente "all'interno delle specie"), o l'essere intraspecifico, descrive i comportamenti, le variazioni biochimiche e altri problemi all'interno degli individui di una singola specie. Questi possono includere:

Conspecificità[modifica | modifica wikitesto]

Due o più singoli organismi, popolazioni o taxa sono conspecifici se appartengono alla stessa specie.[2] Dove le diverse specie possono incrociarsi e i loro gameti competere tra loro, i gameti conspecifici hanno la precedenza sui gameti eterospecifici. Questo è noto come precedenza spermatica conspecifica, o precedenza pollinica conspecifica nelle piante.

Eterospecificità[modifica | modifica wikitesto]

Il contrario della specificità è il termine eterospecificità: due individui sono eterospecifici se sono considerati appartenenti a specie biologiche diverse.[3]

Concetti correlati[modifica | modifica wikitesto]

Da non confondere con Congenico.

I congeneri sono organismi appartenenti allo stesso genere.[4][5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Linus Pauling e Barbara Marinacci, Linus Pauling in His Own Words: Selections From His Writings, Speeches and Interviews, Touchstone, 1995, p. 96, ISBN 978-0-68481-387-5.
  2. ^ Conspecificity, Biology online. URL consultato il 5 dicembre 2009.
  3. ^ Heterospecificity, Biology online. URL consultato il 5 dicembre 2009.
  4. ^ Congener, su Merriam-Webster.com. URL consultato il 25 marzo 2009.
  5. ^ Congenere, in Treccani.it – Vocabolario Treccani on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana. URL consultato il 27 aprile 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Biologia Portale Biologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biologia