Differenze tra le versioni di "Savate"

Jump to navigation Jump to search
290 byte aggiunti ,  3 anni fa
→‎Origini: un origine orientale non è da scartare a prescindere.
m (Annullate le modifiche di 87.15.182.167 (discussione), riportata alla versione precedente di Eumolpo)
(→‎Origini: un origine orientale non è da scartare a prescindere.)
 
== Origini ==
La Savate nacque tra i [[Porto|porti]] di [[Marsiglia]] nella seconda metà del [[XVIII secolo]], grazie al contributo di [[Marinaio|marinai]] che, in ritorno dall'Italia soprattutto da genova (in francese il termine “savate” significa infatti “ciabatta” e questo nome si riferisce alle ciabatte che i marinai francesi /italiani indossavano abitualmente all'epoca della sua nascita). Nella Savate è fondamentale possedere un'elevata fludità, precisione e resistenza. Cresciuta negli ambienti [[Criminalità organizzata|malavitosi]] marsigliesi, la Savate si diffuse soprattutto nell'[[aristocrazia]] francese, raffinando le tecniche e donando eleganza al combattimento. Vengono insegnati due tipi di Savate: quella Classica e quella Romantica. La prima impiega solo pochi colpi: i calci sono bassi e non vanno al di sopra del [[ginocchio]] e le [[Mano|mani]] rimangono aperte e mira soprattutto all'[[autodifesa]]. La seconda utilizzava gli stessi colpi, ma portandoli a tutti i livelli: basso, medio e alto, e con un puro spirito ludico. Nel [[1829]] nacque il termine “Chausson” che identificava appunto la Savate Romantica, e che non indicava il combattimento da strada come per il termine Savate, anzi individuava una pratica sicuramente più nobile. Invece le tecniche di [[braccia]] usate sono le stesse usate nel [[pugilato]]: diretto, gancio e montante. Proibita dal fascismo durante la seconda guerra mondiale, poiché era consona tra le brigate partigiane, alla fine della guerra la Savate ricominciò a diffondersi. L'allenamento nella Savate tende a conferire leggerezza, eleganza, resistenza e velocità. I combattenti si distinguono di solito per l'eleganza ed equilibrio dei movimenti, la raffinatezza schermistica, oltre a considerare molto il pugilato e il continuo saltellare. E' dibattuto in ambito accademico se i calci del Savate fossero d'origine orientale (probabilmente del sud-asiatico o dei paesi limitrofi alla Cina), o se nascano solo come esigenza legale. Tuttavia, quella dell'origine orientale è una teoria accettata da quasi tutte le scuole di Savate.
<gallery>
File: Boxe-francaise.jpg
Utente anonimo

Menu di navigazione