Differenze tra le versioni di "Storia di Monteleone d'Orvieto"

Jump to navigation Jump to search
Tale informazioni sono importanti anche perché testimoniano che la chiesa parrocchiale, a fine '200, è già da tempo esistente; si desume, inoltre, che il luogo dove è posta corrisponde esattamente a quello dove è ubicata attualmente la [[collegiata]] dei SS.mi Apostoli [[Pietro e Paolo]].
 
Nel [[1295]], i Sette del comune di Orvieto<ref name=":0">Con il governo popolare sono i 7 [[Console (storia medievale)|consoli]] rappresentanti le Arti ed il potere economico</ref>, prendono iniziative a favore di coloro che costruiscono case nel castello di [[Monteleone d'Orvieto|Monteleone]]<ref>ASO - Archivio storico [[Orvieto]] - Rif. 69, c 1v 4 luglio [[1295]].</ref>.
 
Sempre nel [[1295]] e poi nel [[1300]] la chiesa parrocchiale di Monteleone compare negli elenchi dei collettori delle decime.
 
A fine 1200 il comune di [[Orvieto]] raggiunge un'alta evoluzione anche di tipo istituzionale: il popolo é saldo al potere e la magistratura dei [[Orvieto|Sette Signori]] <ref name=":0" /> diviene punto di riferimento della vita cittadina. In tale periodo iniziano i lavori per la costruzione del duomo simbolo anche di tale ritrovata unità. Di tale situazione positiva risentono i vari comuni del contado; il castello di Monteleone ad esempio ha una crescita continua, fra la fine del 1200 inizi 1300, estendendosi entro le mura castellane lungo la via centrale. La situazione economica è agevolata come si vedrà, dalla attività d'eccellenza "della fornace" di Mastro Consiglio Dardalini che produce materiali musivi e vetri colorati al servizio della nuova cattedrale.
Fra il [[1200]] e il [[1300]] il castello ha una crescita continua estendendosi entro le mura castellane lungo la via centrale. La [[popolazione]] aumenta e nuove forme di devozione impongono l'ampliamento laterale della chiesa parrocchiale.
 
Fra il [[1200]] e il [[1300]] il castello ha una crescita continua estendendosi entro le mura castellane lungo la via centrale. La [[popolazione]] aumenta e nuove forme di devozione impongono l'ampliamento laterale della chiesa parrocchiale.
 
Sempre a tale periodo risale la costruzione dell'antica fonte di Monteleone, [[sorgente (idrologia)|sorgente]] del [[Nestore (fiume)|Nestore]] che lì nasce per sfociare nella riva destra del [[Tevere]] nei pressi di [[Marsciano]], dopo aver attraversato i comuni di [[Piegaro]] e [[Panicale]] in [[provincia di Perugia]].
3 087

contributi

Menu di navigazione