Differenze tra le versioni di "Dialetto sudtirolese"

Jump to navigation Jump to search
L'uso delle parole italiane, od adattate dall'italiano, è ormai invalso nel linguaggio quotidiano, soprattutto nei centri urbani, dove la presenza di altoatesini di lingua italiana è più forte. Anche nel linguaggio [[amministrazione|amministrativo]] vengono usati spesso termini italiani, in luogo dei corrispettivi tedeschi.
 
Degna di nota, nella lingua parlata quotidianamente (quindi quella più viva), l'abitudine (mediamente diffusa) di colorire le frasi anche attraverso l'utilizzo di espressioni scurrili ed imprecazioni italiane, tra cui anche [[bestemmie]], le quali non troverebbero altrettanto fantasioso corrispettivo nel tedesco standard. Due esempi sono l'uso delle parole "''drkazzt/inkazziert''" (incazzato), entrate anche nell'uso del [[tedesco austriaco]], e l'uso della parola "''fregiert''" (leggi: freghiert), evidentemente derivata dall'italiano "fregato". Inoltre è frequente l'uso dell'intercalare "dai" nelle frasi in dialetto sudtirolese.
 
Nel linguaggio giovanile sudtirolese, parole italiane vengono usate per provocare o per scherzare sulla propria scarsa conoscenza dell'italiano, ed un esempio è chiamare i propri amici con il termine "ragazzi": in tirolese si userebbe "''Buabn''", ovvero appunto ragazzi, oppure "''Mandr''" ovvero signori.
Utente anonimo

Menu di navigazione