Differenze tra le versioni di "Abbazia della Santissima Trinità di Spineta"

Jump to navigation Jump to search
m
ortografia
(standardizzo)
m (ortografia)
Successivamente il conte Manente, discendente di Willa, nelle vicinanze della fondazione ottenne a livello il terreno di Poggio Moiane «per edificarvi torri e case»<ref>Liverani, p. 283.</ref>; nel [[XIV secolo]] il centro fortificato di Poggio delle Moiane divenne libero comune.<ref>Marrocchi, p. 53.</ref>. Durante il [[Medioevo]] l'Abbazia di Spineto fu importante centro religioso per i fedeli residenti nella [[Val d'Orcia]] e nella confinante [[Val di Chiana]]. Nelle sue strutture ospitalizie l'Abbazia accolse i viandanti che dalla vicina [[Via Francigena]] transitavano in direzione di Roma per recarsi in pellegrinaggio presso la tomba di [[san Pietro]].
 
Sul fiirefinire del [[XV secolo]] iniziò il periodo della sua decadenza. L'Abbazia fu oggetto di numerose commende e nel [[1627]] passò ai Cistercensi che vi rimasero fino al [[1784]], anno della sua soppressione deliberata dal granduca [[Leopoldo II di Toscana]]. La fondazione già separata dal potere ecclesiastico fu amministrata dallo [[Spedale degli Innocenti]] che trasformò la sua struttura originaria in fattoria agricola<ref>Marrochi, p. 54.</ref>. Nel [[1831]] iniziarono successivi passaggi a soggetti privati.
 
Negli anni recenti le strutture edilizie del complesso abbaziale hanno subito un accurato restauro ed oggi vengono utilizzate per importanti incontri culturali e cerimonie religiose.
442 080

contributi

Menu di navigazione