Differenze tra le versioni di "Palazzo dei Telefoni (via Depretis)"

Jump to navigation Jump to search
nessun oggetto della modifica
m (apostrofo tipografico)
 
Il palazzo fu riprogettato nel [[1944]] dallo stesso Guerra che rivoluzionò l'architettura dell'edificio: l'esterno cambiò totalmente aspetto, abbandonando le prime sembianze neobarocche, e ne assunse uno molto funzionalista riscontrabile nei palazzi che avevano cambiato il vecchio ''rione San Giuseppe'' (il [[rione Carità]]) negli [[Anni 1930|anni trenta]], tra i quali c'era anche la [[Casa del Mutilato (Napoli)|Casa del Mutilato]], altra opera dell'ingegner Guerra che dimostra molti punti di affinità con il nuovo edificio, che non perse tuttavia la precedente monumentalità. I lavori di ricostruzione furono eseguiti nel periodo tra il [[1945]] e il [[1946]], circa vent'anni dopo la realizzazione del primo edificio.
 
L'originale aspetto neobarocco del palazzo è tuttora riscontrabile sulla facciata posteriore, non coinvolta nei danni causati dalla guerra e preservata dal progetto di ricostruzione. Tale facciata aggetta sulla retrostante via dei Griffi.
 
==Note==

Menu di navigazione