Differenze tra le versioni di "Titolo di viaggio"

Jump to navigation Jump to search
m
apostrofo tipografico
m (apostrofo tipografico)
Se i controllori non rivestono la qualifica di pubblici ufficiali, i possessori di titolo di viaggio possono legittimamente rifiutarsi di esibire un documento di identità e non possono essere ovviamente perquisiti, perché il personale preposto possa emettere le contravvenzioni. Dal 2015, alcune regioni italiane come il Piemonte e la Puglia hanno attribuito ai controllori la qualifica di agente di polizia amministrativa (diversi da quelli di polizia giudiziaria), invece della precedente qualifica di incaricato di pubblico servizio» tutelato solo nel momento in cui compila li verbale della multa, con il potere-dovere di chiedere ai trasgressori di esibire un documento di identità.
 
Dall’ammendaDall'ammenda all’aggressioneall'aggressione, il verbale redatto dal controllore non ha alcuna efficacia probatoria nel caso in cui il trasgressore abbia dato riferimenti sbagliati. L'[[onere della prova]] spetta all'azienda di trasporto pubblico che deve provare sia l'identità di chi ha commesso l'infrazione, sia di aver notificato la contravvenzione: se è errato l'indirizzo, manca l'elemento della notifica; se viene dato un nominativo falso, manca l'identificazione del trasgressore. <br/>
Tuttavia, se i viaggiatori dovessero rifiutarsi di fornire i propri dati, non avendo la qualifica di polizia giudiziaria, i controllori non potranno perquisirli, trattenerli, fermarli o accompagnarli presso gli uffici di Polizia o verificare in alcun modo l’identitàl'identità dei passeggeri. Invece, il titolo di "giurato" attribuirebbe al verificatore la qualifica di agente di polizia giudiziaria e la legalità ai verbali dallo stesso redatti.
I controllori di alcune aziende di trasporto erano autorizzati a fotografare la contravvenzione insieme al documento di identità, in modo da provare la trasgressione e la "notifica sul posto", con obbligo di farla firmare al trasgressore stesso. Un secondo elemento di prova è dato dall'installazione di telecamere a circuito chiuso a bordo dei mezzi pubblici.
 
1 154 794

contributi

Menu di navigazione

Strumenti personali

Namespace

Varianti