Carta tecnica regionale: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
Nessun cambiamento nella dimensione ,  6 anni fa
minuscole
m (Annullate le modifiche di 87.21.59.177 (discussione), riportata alla versione precedente di Bultro)
(minuscole)
L'inquadramento delle CTR, ovvero il reticolo utilizzato per suddividere il territorio italiano in singole tavole cartografiche, si basa sulla ''Carta d'Italia'' ufficiale prodotta dall'[[Istituto Geografico Militare]]. In particolare la ''serie 50'' della Carta d'Italia è costituita da 652 fogli in scala 1:{{formatnum:50000}}, numerati progressivamente a partire da nord e da ovest, che rappresentano ciascuno un rettangolo di 20'×12' (in [[Primo (geometria)|primi]] di [[longitudine]] e [[latitudine]]).
Per determinare i bordi delle singole CTR, i fogli 1:{{formatnum:50000}} nazionali vengono suddivisi in 4×4 ottenendo da ciascuno 16 "sezioni" in scala 1:{{formatnum:10000}}, che costituiscono aree di 5'×3' allineate con [[meridiani]] e [[paralleli]]. Le sezioni vengono ulteriormente suddivise in 2×2 ottenendo 4 "elementi" in scala 1:{{formatnum:5000}}, ovvero aree di 2'30"×1'30".
Il [[datum]] e il sistema di [[coordinate geografiche|coordinate]] usati per tracciare la CTR non sono necessariamente gli stessi usati dai rettangoli di inquadramento (la ''serie 50'' è in [[Proiezioneproiezione Universaleuniversale Trasversatrasversa di Mercatore|UTM]]-[[ED50]]), ma possono variare da regione a regione, di solito si utilizza la [[proiezione di Gauss-Boaga]].
Anche le dimensioni lineari delle tavole variano, a seconda della latitudine: all'altezza di Roma, le sezioni rappresentano circa 6,9×5,5 km e gli elementi circa 3,4×2,8 km.
 

Menu di navigazione