Shofar: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
1 byte rimosso ,  6 anni fa
Nessun oggetto della modifica
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
Nella tradizione biblica Isacco fu salvato dal sacrificio, e al posto suo Abramo sacrificò un ariete rimasto impigliato, giustappunto per le corna, in un cespuglio sul monte.
Così, suonando il corno Dio si ricorda della fede di Abramo, della salvezza di Isacco e di quella della sua discendenza.
Nella tradizione cristiana, l'ariete che viene immolato al posto di Isacco rappresenta Gesù Cristo, immolato al posto nostro per accordarci la salvezzaytsalvezza.
[[File:Liten askenasisk sjofar 5380.jpg|thumb|Shofar askenazita.]]
Lo shofar può essere un corno di [quasi] qualsiasi animale [[Casherut|casher]], ad eccezione della mucca e del vitello, questo come ricordo dell'episodio del [[Vitello d'oro]]. La presenza di crepe o buchi sulla superficie del corno lo rendono inadatto all'uso cerimoniale. Lo shofar non può essere dipinto, ma può essere cesellato artisticamente. Secondo la tradizione [[halakhica]] le donne ed i minori (coloro che ancora non hanno celebrato il [[bar mitzvah]]) non hanno l'obbligo di ascoltare il suono dello shofar, ma ne hanno la possibilità e sono incoraggiati ad essere presenti alla cerimonia (talvolta, non per celebrazioni congregazionali, possono anche suonarlo, per esempio "privatamente").
Utente anonimo

Menu di navigazione