Chimica degli alimenti: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
sostituito "problematica" con il più corretto "problema"
Nessun oggetto della modifica
(sostituito "problematica" con il più corretto "problema")
Le radici della moderna chimica degli alimenti risalgono verso gli inizi del 1800, quando molti chimici famosi cominciarono a studiare i cibi e a isolarne i principali componenti. I primi pionieri furono [[Carl Wilhelm Scheele]], che isolò l'[[acido malico]] dalle [[mela|mele]] nel [[1785]], e Sir [[Humphry Davy]] che pubblicò nel [[1813]] il primo libro riguardante la chimica agraria e alimentare.<ref>''Elements of Agricultural Chemistry, in a Course of Lectures for the Board of Agriculture''.</ref>
 
La moderna chimica degli alimenti sta assumendo sempre maggiore attenzione rispetto allaal problematicaproblema della contaminazione chimica e biologica, studiando nuove strategie analitiche e metodiche atte a contrastare o ridurre i rischi associati alle esposizioni contaminanti.
 
==Campi di studio==
Utente anonimo

Menu di navigazione