Differenze tra le versioni di "Adolf von Harnack"

Jump to navigation Jump to search
m
Bot: Formatto ISBN; modifiche estetiche
(→‎Bibliografia in italiano: (Le opere sono tradotte), cambio in "Opere tradotte in italiano" e tolgo l'autore cui e' dedicata la voce)
m (Bot: Formatto ISBN; modifiche estetiche)
 
{{Luteranesimo}}
== La famiglia ==
Harnack - figlio del teologo Theodosius Harnack, professore all'[[Università di Dorpat]] - sposò il 27 dicembre [[1879]] a [[Lipsia]] Amalie Thiersch, ([[Erlangen]], 31 agosto [[1858]] - [[Berlino]], 28 dicembre [[1937]]), figlia di un notissimo professore di [[chirurgia]], il Dr. Karl Thiersch, a sua volta sposato con la figlia del famoso [[Chimica|chimico]] [[Justus von Liebig]] ([[1803]]-[[1873]]).
 
Gli Harnack ebbero cinque figli. Uno dei figli, [[Ernst von Harnack]] ([[1888]]-[[1945]]), si impegnò nella [[SPD]] e, per la sua partecipazione all'[[Complotto del 20 luglio|attentato del 20 luglio 1944]] contro [[Adolf Hitler]], fu [[Impiccagione|impiccato]].
 
== Biografia ==
=== Origini ===
Harnack proveniva dal mondo del [[luteranesimo]] baltico. Suo padre era un credente rigoroso e austero, ricercatore su [[Martin Lutero]] all'[[Università di Dorpat]], dove Harnack stesso iniziò i propri studi per poi proseguirli e terminarli a [[Lipsia]].
 
=== L'attività quale docente e le opere principali ===
Al termine dell'[[Università di Lipsia|Università]], Harnack divenne, nel [[1874]], docente a Lipsia, dove assunse, grazie allo studio della teologia di [[Albrecht Ritschl]], una prospettiva critica nei confronti della [[storia dei dogmi]]. I suoi primi corsi sull'[[Apocalisse]] e sullo [[Gnosticismo]] suscitarono molta attenzione, tanto che, già nel [[1876]], fu nominato ''professor extraordinarius''. Peraltro, anche in seguito, quando insegnò all'[[Humboldt-Universität zu Berlin|Università Humboldt di Berlino]], le sue sedici lezioni su ''Das Wesen des Christentums'' ("L'essenza del cristianesimo"), erano seguite da più di seicento studenti di tutte le facoltà.
 
Nel periodo berlinese Harnack continuò a pubblicare diverse opere: nel [[1893]] una storia dell'antica [[letteratura cristiana]] fino a [[Eusebio di Cesarea]] (''Geschichte der altkirchlichen Literatur bis Eusebius''); nel [[1900]], apparve il testo delle sue lezioni sul ''Das Wesen des Christentums''; nel [[1902]], apparve ''Die Mission und Ausbreitung des Christentums in den ersten drei Jahrhunderten'', opera sulla missione e l'espansione del [[Cristianesimo]] nei primi tre secoli. Oltre a ciò, vanno ricordati tre saggi sul Nuovo Testamento.
 
=== L'attività politica e pubblica ===
Harnack stesso diventò un consulente politico con una moltitudine di contatti fino al [[Cancelliere del Reich|cancelliere]] [[Theobald von Bethmann-Hollweg]]. Harnack è presidente dell'associazione [[Società Kaiser Wilhelm|Kaiser-Wilhelm-Gesellschaft]]. Nel [[1890]] è membro dell'Accademia delle scienze. Nel periodo [[1905]]-[[1921]] direttore generale della Biblioteca di Stato di Berlino, allora Biblioteca reale e, dopo il 1918, Biblioteca di Stato prussiana. Per i propri meriti Harnack è perfino ammesso nella nobiltà prussiana, il 22 marzo [[1914]], con diploma del successivo 9 giugno.
 
Harnack interpreta la sconfitta e la [[Rivoluzione di novembre]] del [[1918]] come un passaggio alla [[Democrazia]] e al [[Socialismo]]. Durante la [[Repubblica di Weimar]] egli – in contrasto con la linea quasi unanimemente antirepubblicana della maggioranza protestante – si impegnò, pur restando un repubblicano conservatore, per una democrazia sociale.
 
=== Gli ultimi anni ===
Alla morte, nel [[1930]], dopo breve malattia Harnack era ancora titolare di ben quattro [[Cattedra universitaria|cattedre]] quale professore di storia della Chiesa nelle [[Università di Lipsia]], [[Gießen]], Marburgo e [[Berlino]].
 
== Valutazione della teologia di Harnack ==
Le caratteristiche fondamentali della teologia di Harnack erano la pretesa di un'assoluta libertà nello studio della storia della Chiesa e del [[Nuovo Testamento]]; la sua sfiducia nella [[teologia speculativa]], sia ortodossa che liberale, nonché il suo interesse per un Cristianesimo pratico che impregnasse il modo di vita e non si riducesse a mero sistema teologico.
 
 
== Opere tradotte in italiano ==
* ''L'essenza del cristianesimo'', Torino, Bocca, 1903.
* ''Missione e propagazione del cristianesimo nei primi tre secoli'', Torino, Bocca, 1906.
* ''Il monachismo. Le Confessioni di S. Agostino e il discorso sulle relazioni che passano tra la storia ecclesiastica e la storia universale'', Piacenza, Società editrice pontremolese, 1909.
* ''Il cristianesimo e la società'', Mendrisio, Cultura moderna, 1911.
* ''Militia Christi: la religione cristiana e il ceto militare nei primi tre secoli'', Palermo, L'epos, 2004.
* ''Storia del dogma - Un compendio'', [[Claudiana]], Torino 2006 <small>ISBN 978-88-7016-534-0</small>
* ''Marcione o il Vangelo del Dio Straniero'', a cura di Federico Dal Bo, Milano, [[Marietti]], 2007.
 
== Altri progetti ==
== Collegamenti esterni ==
* [http://www.treccani.it/enciclopedia/adolf-von-harnack/ Harnack ‹hàrnak›, Adolf von] la voce nella ''Enciclopedia Italiana'', edizione online, sito treccani.it. <small>URL visitato il 7/02/2012</small>
* {{de}} [http://www.dhm.de/lemo/html/biografien/HarnackAdolf/index.html Adolf von Harnack beim LeMO]
* {{de}} [http://www.harnack-forum.de Harnack-Forum]
* {{de}} [http://www.dra.de/online/w01-15.htm Tonaufnahme von 1917 (Deutsches Rundfunkarchiv)]
* {{de}} http://www.uni-giessen.de/uni/broschuere/geschichte.html
 
{{Controllo di autorità}}
494 564

contributi

Menu di navigazione