Differenze tra le versioni di "Alfeo (divinità)"

Jump to navigation Jump to search
aggiunto al riferimento mitologico ad Arteusa il più celebre riferimento mitologico di Alfeo con la figura di Ercole
(aggiunto al riferimento mitologico ad Arteusa il più celebre riferimento mitologico di Alfeo con la figura di Ercole)
La [[Ninfa (mitologia)|ninfa]] [[Aretusa]], di cui Alfeo era innamorato, per sottrarsi al suo corteggiamento, fuggì in [[Sicilia]] e, nei pressi di [[Siracusa]], grazie ad [[Artemide]], si trasformò in [[Sorgente (idrologia)|fonte]].
Il dio, innamorato, al fine di ritornare da lei, pregò [[Zeus]] di cambiare il corso del fiume di cui era padrone. Zeus impietosito da Alfeo gli permise di deviare il suo corso passando sotto le acque del [[mar Ionio]] per sfociare appunto nei pressi di Siracusa, nell'[[isola di Ortigia]] dove avrebbe incontrato di nuovo la ninfa Aretusa.
 
La deviazione del fiume Alfeo ricorre anche nella sesta delle [[dodici fatiche di Eracle]], consistente nella ripulitura delle [[stalle di Augia|stalle di Augìa]], che sarebbe stata superata deviando le acque dell'Alfeo che lungo il loro nuovo percorso avrebbero incontrato e dilavato le stalle e trasportato con sé tutto il letame accumulato.
 
Si narra anche di una leggenda dove una coppa gettata nel fiume Alfeo sia poi riemersa nella fonte [[Aretusa]].
Utente anonimo

Menu di navigazione