Un equipaggio tutto matto: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
m
→‎Trama: Bot: Fix wikilink (v. richiesta)
m (→‎Trama: Bot: Fix wikilink (v. richiesta))
Spesso Binghamton quasi riesce a spedire McHale ed i suoi uomini in cella, solo per vederli tirare fuori per un qualche successo militare contro il nemico che impressiona l'Ammiraglio Reynolds (Herbert Lytton) o l'Ammiraglio Rodgers (Roy Roberts), molte volte grazie alla conoscenza di McHale della zona acquisita con il suo servizio nel Pacifico meridionale come ufficiale di marina mercantile e poiché, nonostante la loro reputazione di traditori e cospiratori, McHale ed i suoi uomini sono molto competenti nel loro lavoro.
 
Nella zona vive una tribù di indigeni polinesiani capeggiati da Capo Pali Urulu (Jacques Aubuchon) che intrattiene rapporti amichevoli con McHale ed i suoi ricevendoli sotto una grande foto del presidente [[Franklin D. Roosevelt]], foto che viene voltata mostrando l'[[Showa del GiapponeHirohito|Imperatore Hirohito]] quando la tribù riceve le truppe giapponesi.
 
Nella stagione finale viene stravolta l'ambientazione trasferendo l'intero equipaggio nell'[[Italia]] recentemente liberata dall'occupazione tedesca, nella città costiera di "Voltafiore", inserendo nella serie il personaggio del sindaco Mario Lugatto (Jay Novello). A rappresentare l'esercito americano nella zona è il colonnello Douglas Harrigan (Henry Beckman), che diventa un'altra spina nel fianco di McHale.
3 185 799

contributi

Menu di navigazione