Differenze tra le versioni di "Tempio di Zeus (Olimpia)"

Jump to navigation Jump to search
→‎Il santuario: + wl rosso
m (migrazione automatica di 16 collegamenti interwiki a Wikidata, d:q197019)
(→‎Il santuario: + wl rosso)
===Il santuario===
[[File:Illustrerad Verldshistoria band I Ill 090.jpg|thumb|right|Ricostruzione della sezione del tempio]]
Il santuario di [[Zeus]] ad [[Olimpia]] era il più famoso santuario del mondo antico, alla confluenza dei fiumi Cadeo e [[Alfeo (fiume del Peloponneso)|Alfeo]], in un’area che, come attestano i reperti archeologici, era stata ininterrottamente popolata tra il 2880 e il 1100 a.C. e che divenne zona cultuale in età tardomicenea, epoca alla quale sembrano risalire le prime testimonianze del culto di [[Pelope]], mitico fondatore dei [[Giochi olimpici antichi|Giochi olimpici]]. Come tutti i santuari anche quello di Olimpia si componeva di vari edifici: il [[Philippeion]], una tholos del IV secolo a.C. dedicatafatta aerigere da [[Filippo II di Macedonia|Filippo il Macedone]] e allaterminata suada famiglia[[Alessandro Magno|Alessandro]], uno stadio nel quale a partire dal 776 a.C. si svolgevano ogni quattro anni i più importanti fra i giochi panellenici, accompagnati, come avveniva a [[Sito archeologico di Delfi|Delfi]], da gare artistiche e letterarie, e l’importantissimo [[Heraion di Olimpia|tempio di Era]], la struttura più antica del santuario in cui l'ordine dorico fa la sua prima comparsa in forme mature.<ref>{{Cita|Bertelli 2010|p. 76.||harv=s}}</ref>
 
Il tempio di Zeus (64,2 m di lunghezza, 24,6 m di larghezza e alto 20 m) fu eretto secondo [[Pausania il Periegeta|Pausania]]<ref>Pausania dedica eccezionalmente due libri della sua Periegesi alla regione dell’Elide, il V e il VI libro.</ref> con il ricavato del bottino ottenuto a seguito della vittoria su [[Pisa (Grecia)|Pisa]], in [[Elide]] (circa 470 a.C.).<ref>{{Cita|Richter 1969|p. 27.||harv=s}}</ref>

Menu di navigazione