Matraccio: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
7 byte aggiunti ,  11 anni fa
nessun oggetto della modifica
m (r2.5.2) (Bot: Aggiungo: pl:Kolba miarowa)
Nessun oggetto della modifica
[[File:Matraccio.jpg|80px|right|Un matraccio]]
 
Un '''matraccio''' (flask in [[lingua inglese|inglese]]) è un contenitore [[taratura|tarato]], solitamente di [[vetro]] trasparente o color [[ambra (resina)|ambra]] (spesso per contenere liquidi fotosensibili), ma anche di materiali plastici (ad esempio [[polipropilene]]), usato nei laboratori chimici.
 
Provvisti di tappo [[ermetico]], sono contenitori il cui [[volume]] è fisso ed indicato da una [[tacca]] sul collo. Vengono usati per la preparazione di [[soluzione (chimica)|soluzioni]] a [[concentrazione|titolo]] noto. Vengono utilizzati anche per [[diluizione|diluire]] campioni ad un volume esatto desiderato nella [[chimica analitica]] quantitativa.
 
Le capacità più comuni dei matracci sono: 50, 100, 200, 250, 500 e 1000 millilitri, ma ne esistono sia di più capienti, che di enormemente più capienti.
 
Sono tarati per "riempimento" e generalmente, oltre al volume di taratura, vienevengono indicataindicate sul matraccio la tolleranza di misura del volume ([[accuratezza]], o [[Sensibilità (fisica)|sensibilità]]) e la [[temperatura]] alla quale la taratura è stata effettuata (normalmente 20°[[grado centigrado|C]]).
 
Per portare a volume la soluzione in un matraccio occorre riempirlo fino a quando il [[menisco (fisica)|menisco]] inferiore della soluzione di riempimento diventa tangente alla tacca di misura tracciata sul collo del matraccio stesso.
Utente anonimo

Menu di navigazione