Differenze tra le versioni di "Punta da trapano"

Jump to navigation Jump to search
m
Sistemazione automatica della disambigua: Vite - Inversione di redirect Vite (meccanica)
(vedi discussione)
m (Sistemazione automatica della disambigua: Vite - Inversione di redirect Vite (meccanica))
La '''punta da trapano''' è un utensile appuntito, di forma simile ad una [[Vite (meccanica)|vite]] di Archimede, da inserire nel [[mandrino]] del [[trapano]] per eseguire fori. Nella lavorazione del legno si usano di vari diametri, comunemente in falegnameria da 2 mm a 36 mm. Fino a 15 mm le punte a legno hanno il classico aspetto di punta cilindrica mentre oltre i 15 mm cambiano forma : la parte cilindrica (codolo) resta mentre la punta prende la configurazione di una sezione di cilindro dell'altezza di circa 20 mm (punte Forstner)arrivando ad un diametro di foratura di circa 35 mm. Oltre questa dimensione cambiano ancora le sembianze : resta sempre il codolo mentre per punta si avrà un tagliente dimensionabile, tramite un asse orizzontale regolabile (foralastra) usato anche per forare lastre di metallo.
 
Il moto di lavoro del tagliente è di tipo elicoidale, dato dalla composizione del moto rotatorio della punta e dell’avanzamento assiale che gli viene impresso per penetrare nel pezzo in lavoro.
494 564

contributi

Menu di navigazione