De iure belli: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
m
→‎top: smistamento lavoro sporco e fix vari
(Info)
Etichette: Modifica visuale Modifica da mobile Modifica da web per mobile Modifica da mobile avanzata
m (→‎top: smistamento lavoro sporco e fix vari)
|lingua = latino
}}
Il '''''De iure belli''''' (''Il diritto della guerra'') è un'opera di [[Alberico Gentili]], [[giurista]] [[italiano]] considerato uno dei "padri fondatori del [[diritto internazionale]]",<ref>{{cita libro|autore=Diego Panizza| titolo=Alberico Gentili, giurista ideologo nell'Inghilterra Elisabettiana|editore=La Garangola| città=Padova|anno=1981|cid=D. Panizza|OCLCoclc=9874796}}</ref> composta nel [[1598]]. L'opera è alla base del ''[[De iure belli ac pacis]]'' di [[Ugo Grozio]].<ref>{{Cita pubblicazione|autore=Davide Suin|anno=2017|titolo=Principi supremi e societas hominum:
il problema del potere nella riflessione
di Alberico Gentili|rivista=SCIENZA & POLITICA
per una storia delle dottrine|volume=24|numero=56|doi=https://doi.org/10.6092/issn.1825-9618/7106}}</ref> [[Thomas Erskine Holland]] ha dimostrato che Grozio, per la composizione della sua opera, deve molte delle idee ad Alberico e a quest'opera.<ref>{{cita libro|autore=[[Thomas Erskine Holland]]|titolo=The Laws of War on Land|città=Oxford|editore=The Clarendon Press|anno=1908}}</ref>
 
Quest'opera, divisa in tre libri,<ref name=":0">{{Cita libro|autore=Norberto Mancini|titolo=Un genio della stirpe: Alberico Gentili da Sanginesio|editore=Tipografia Ciarrocchi|città=Civitanova Marche|anno=1937}}</ref> ricopre ruolo fondamentale nello sviluppo del diritto moderno e nella genesi della disciplina. Può essere considerata un'opera "classica" del [[rinascimento italiano]].<ref name=":1">{{Cita web|url=https://www.unimc.it/cisg/it/alberico-gentili|titolo=Centro Internazionale "Alberico Gentili" – CISG — Università di Macerata: Alberico Gentili|sito=www.unimc.it|accesso=2021-11-29 novembre 2021}}</ref>
 
== Contenuto ==
344 901

contributi

Menu di navigazione