Differenze tra le versioni di "Storia dell'Atalanta Bergamasca Calcio"

Jump to navigation Jump to search
→‎Da Payer a Cevenini (1928-1930): solo nel 1938, secondo la sua voce
(→‎Da Payer a Cevenini (1928-1930): solo nel 1938, secondo la sua voce)
[[File:Carlo Ceresoli nel 1937.jpg|thumb|upright|left|[[Carlo Ceresoli]]]]
 
Nella stagione [[Atalanta Bergamasca Calcio 1929-1930|1929-1930]], con l'istituzione del campionato a girone unico, l'Atalanta, fallita l'ammissione alla massima serie durante il [[Divisione Nazionale 1928-1929|campionato di qualificazione 1928-1929]],<ref>{{Cita|Corbani, Serina|vol. 2, pp. 48-49}}.</ref> viene ammessa al campionato nazionale di [[Serie B]], organizzato per la prima volta in quella stagione: dopo una sola stagione di massima serie fa quindi ritorno in seconda serie. Nonostante la netta retrocessione (nella nascente [[Serie A 1929-1930|Serie A]] erano infatti ammesse solo le prime otto classificate di ciascuno dei due gironi), l'annata è comunque ricca di eventi notevoli per la storia dell'Atalanta: in primo luogo, è in questo campionato che avviene l'inaugurazione ufficiale dello stadio Brumana, uno dei più moderni dell'epoca anche per la sua avveniristica tribuna a sbalzo.<ref>{{Cita|Corbani, Serina|vol. 1, p. 58}}.</ref> La partita inaugurale si gioca il 23 dicembre 1928, e vede i bergamaschi sconfiggere per 2-0 La Dominante di Genova;<ref name="CorbaniSerina49_2">{{Cita|Corbani, Serina|vol. 2, p. 49}}.</ref> la prima partita effettivamente disputata nel nuovo impianto era però stato il vittorioso (per 4-2) incontro con la Triestina del precedente 1º novembre 1928.<ref>{{Cita|Corbani, Serina|vol. 1, p. 57}}.</ref><ref name="CorbaniSerina49_2" /> L'altro evento degno di nota della stagione è l'esordio in prima squadra, ora allenata da [[Aldo Cevenini]], del portiere [[Carlo Ceresoli]], che all'età di 18 anni debutta in massima serie il 13 gennaio 1929 in Roma-Atalanta (3-0);<ref>{{Cita|Corbani, Serina|vol. 1, p. 56}}.</ref><ref name="CorbaniSerina49_2" /> successivamente, dopo altri anni trascorsi a Bergamo tra i cadetti, passerà all'Inter<ref>{{Cita|Corbani, Serina|vol. 2, p. 305}}.</ref> e vincerà dueil Mondiali[[Campionato mondiale di calcio 1938|Mondiale nel 1938]], venendo ricordato tra i "[[Battaglia di Highbury|Leoni di Highbury]]" e come uno dei migliori portieri della sua epoca.<ref>{{Cita|Corbani, Serina|vol. 1, p. 68}}.</ref>
 
===Anni 1930===
22

contributi

Menu di navigazione