Differenze tra le versioni di "Gotico baltico"

Jump to navigation Jump to search
Fix link
(Fix link)
<gallery widths="135" heights="180">
Dunkerque_Belfort.JPG|Campanile di [[Dunkerque]] nella [[Fiandre francesi]]
Leuchtturm Westkapelle 1.jpg|Faro (ex-campanile) di [[Westkapelle (Paesi Bassi)|Weskapelle]] nella [[Zelanda]], [[Paesi Bassi]]
Gdansk Kosciol mariacki6.jpg|Campanile di [[Basilica di Santa Maria (Danzica)|Santa Maria]], [[Danzica]], [[Polonia]]
Sankt Mariæ Kirke Helsingør 013.jpg|Chiesa di Santa Maria di [[Helsingør]], [[Danimarca]]
 
La città di [[Lubecca]] era divenuta [[città libera dell'Impero]] nel [[1226]], era il maggiore centro della Lega anseatica, e il [[diocesi di Lubecca|vescovo di Lubecca]] non era un principe territoriale. Il potere politico era nelle mani dei mercanti anseatici che promossero la costruzione della chiesa parrocchiale di Santa Maria, nel centro della città e più grande della [[cattedrale]], il [[Duomo di Lubecca|Duomo dei santi Giovanni Battista, Biagio, Maria e Nicola]], situata in posizione periferica, come simbolo della loro autonomia dal vescovo, che per qualche tempo fu anche allontanato dalla città.
La costruzione ebbe inizio nel [[1220]]. Dapprima si pensò ad una [[chiesa a sala]], con una [[torre campanaria|torre]] unica in facciata, ma poi il progetto venne sostituito da uno più grandioso a pianta [[basilica (architettura cristiana)|basilica]]le. La chiesa venne realizzata con due enormi torri in facciata, che terminano con due alte guglie ottagonali. La decorazione è costituita prevalentemente da motivi geometrici in laterizio, senza che venga interrotta la compatta massa muraria. Anche i [[contrafforte|contrafforti]] e gli [[arco rampante|archi rampanti]] sono costituiti da strutture semplici, che esaltano il grande volume dell'edificio in mattoni, sul quale si aprono grandi finestre anch'esse basate su forme geometriche semplici. La chiesa si affianca al municipio anch'esso in mattoni e dotato da numerose torrette terminanti in [[guglia|guglie]] in [[rame]] che, in scala minore, riprendono le guglie di Santa Maria. L'effetto sul profilo della città è molto suggestivo, che ha un aspetto quasi fiabesco e fantasmagorico.
L'interno riprende lo schema basilicale francese con [[deambulatorio]] e cappelle radiali, con una spettacolare [[navata]] centrale alta circa 40 metri, impostata su alti [[pilastro|pilastri]], e con grandi finestre nel [[claristorio]] privo di [[triforio]], sostituito da una bassa galleria. Viene abbandonata quindi la tradizionale [[navata|tripartizione]] dell'interno, per ottenere uno spazio semplice, grandioso e luminoso.
<gallery heights="180" widths="135">
362 061

contributi

Menu di navigazione