Differenze tra le versioni di "Terza via"

Jump to navigation Jump to search
45 byte aggiunti ,  1 anno fa
nessun oggetto della modifica
 
== Fondamenti ==
Uno dei maggiori esponenti della terza via, il premier [[laburismoPartito Laburista (Regno Unito)|laburista]] [[Tony Blair]]<ref>Hastings, Adrian; Mason, Alistair; Pyper, Hugh (2000). ''The Oxford Companion to Christian Thought''. Oxford University Press. p. 677.</ref> <ref>https://formiche.net/2014/12/renzi-blair-parla-pellicani/</ref><ref>https://qds.it/18325-la-terza-via-e-quella-che-serve-htm/</ref>, dichiarò come tale concezione includesse politiche che riconoscono gli individui di un contesto sociale quali socialmente interdipendenti e si promuoveva in difesa della giustizia sociale, della coesione sociale, l'eguaglianza di tutti i cittadini e le pari opportunità<ref>Michael Freeden. Liberal Languages: Ideological Imaginations and Twentieth-Century Progressive Thought. Princeton University Press, 2004. P. 198.</ref>. Il teorico social democratico della terza via [[Anthony Giddens]] afferma che la terza via rifiuta la concezione tradizionale del socialismo, ma accetta altresì quella presentata da [[Anthony Crosland]] come una dottrina etica che vede i governi social democratici come acquisitori di un socialismo etico autosufficiente grazie alla rimozione di elementi non giusti del capitalismo grazie all'incentivazione di politiche come quelle di [[benessere]] e molte altre simili, basandosi sull'idea che il socialismo moderno ha superato la fase [[marxismo|marxista]] della lotta per l'abolizione del capitalismo<ref>Anthony Giddens. ''Beyond Left and Right: The Future of Radical Politics''. 1998 edition. Cambridge, England, UK: Polity Press, 1994, 1998. Pp. 71-72.</ref>. Blair nel 2009 mostrò pubblico appoggio per la creazione di una "nuova forma di capitalismo"<ref name="blair">[http://www.tonyblairoffice.org/speeches/entry/speech-by-tony-blair-at-the-new-world-new-capitalism-conference/ Speech by Tony Blair at the ‘New world, new capitalism' conference | Latest News | The Office of Tony Blair<!-- Titolo generato automaticamente -->] {{webarchive|url=https://web.archive.org/web/20130310133446/http://www.tonyblairoffice.org/speeches/entry/speech-by-tony-blair-at-the-new-world-new-capitalism-conference/ |data=10 marzo 2013 }}</ref>, anche se le sue posizioni abbiano poco a che vedere con tale posizione economica.
 
Questa concezione politica supporta il raggiungimento di un [[egualitarismo]] nella società odierna attraverso un'azione diretta per aumentare la distribuzione di abilità, capacità e mezzi di produzione e allo stesso tempo rifiutare la redistribuzione delle ricchezze tra classi sociali<ref>Jane Lewis, Rebecca Surender. ''Welfare State Change: Towards a Third Way?''. Oxford University Press, 2004. Pp. 4.</ref>. Enfatizza così l'impegno su: il raggiungimento del [[pareggio di bilancio]], fornendo così [[pari opportunità]], ponendo inoltre accento sulle responsabilità morali degli individui; la decentralizzazione del potere governativo al minor livello possibile; l'incoraggiamento di più possibili accordi economici tra funzioni pubbliche e private, cercando il più possibile di non ricorrere all'uso della manodopera, così investendo nello sviluppo umano e nella ricerca oltre al miglioramento dei mezzi di produzione; la protezione del capitale sociale insieme alla salvaguardia ambientale<ref>Pauline Vaillancourt Rosenau. ''The competition paradigm: America's romance with conflict, contest, and commerce''. Lanham, Maryland, USA; Oxford, England, UK: Rowman & Littlefield Publishers, Inc, 2003. Pp. 209.</ref><ref name="Corfe">Corfe, Robert (2010). ''The Future of Politics: With the Demise of the Left/Right Confrontational System''. Bury St Edmunds, England: Arena Books. {{ISBN|978-1-906791-46-9}}.</ref>.
===Uso da parte di personalità socialdemocratiche===
 
Esiste una variante della Terzaterza via che vede le politiche centriste sotto un'ottica socialdemocratica. È stata infatti spesso promossa dai suoi esponenti come un'alternativa sia tra capitalismo e forme tradizionali di socialismo, tra cui socialismo marxista e socialismo di Stato, posizioni che la terza via socialdemocratica rifiuta<ref name="N.D. Arora. 2010">N.D. Arora. ''Political Science for Civil Services Main Examination''. Tata McGraw-Hill Education, 2010. 9.22.</ref>. Si fa invece sostenitrici di idee come il socialismo etico, il riformismo e il [[gradualismo]] – che includono l'umanizzazione del capitalismo, un'economia mista, un pluralismo politico e una democrazia liberale<ref name="N.D. Arora. 2010"/>.
 
Questa posizione è stata spesso difesa dai suoi esponenti e presentata così come una forma di "socialismo competitivo" – un'ideologia che si pone a cavallo tra il socialismo tradizionale e il capitalismo<ref>Daniel Döring. ''Is ‘Third Way' Social Democracy Still a Form of Social Democracy?''. Norderstedt, Germany: GRIN Verlag, 2007. Pp. 3.</ref>. Uno dei più noti sostenitori di questa teoria economica, [[Anthony Giddens]], ha pubblicamente sostenuto una possibile forma modernizzata del socialismo che si ponesse al confine tra la social democrazia, che vedesse il socialismo tradizionale invece come un socialismo di Stato dove la gestione economica è imperfetta<ref name="Flavio Romano 2006. Pp. 3-4">Flavio Romano. Clinton and Blair: the political economy of the third way. Oxon, England, UK; New York, New York, USA: Routledge, 2006. Pp. 3-4.</ref>.
==Voci correlate==
* [[Progressismo]]
* [[SocialismoConservatorismo riformistaprogressista]]
* [[Riformismo]]
* [[Laburismo]]
* [[Centrismo]]
Utente anonimo

Menu di navigazione