Differenze tra le versioni di "Frutti del diavolo"

Jump to navigation Jump to search
nessun oggetto della modifica
Essi sono in grado di conferire capacità sovrannaturali a chi li ingerisce. Si dividono in tre grandi categorie: i Paramisha, che conferiscono i poteri più vari legati ad abilità fisiche o alla produzione di sostanze o energia dal proprio corpo; i Rogia, che permettono di controllare un elemento naturale e trasformare il corpo del possessore nell'elemento stesso; e gli Zoo Zoo, che permettono vari stati di trasformazione animale. Chi ingerisce un frutto del diavolo perde tuttavia la capacità di nuotare<ref>''One Piece'', volume 3, capitolo 19</ref> e viene indebolito dal contatto con l'acqua di mare. Il potere dei frutti del diavolo può essere neutralizzato anche grazie all'[[Universo di One Piece#Agalmatolite|agalmatolite]], una pietra che emana l'energia dell'oceano.
 
Ne esistono più di cento tipi diversi<ref name="vol4">''One Piece'', volume 4, pagina 150, [[Shitsumon o Boshū Suru|SBS]] del capitolo 33</ref> e il loro valore sul mercato sembra superare i 100 milioni di Berry ciascuno. Secondo [[Rob Lucci]] almeno nove volte su dieci chi li mangia diventa più potente<ref name="cap. 385">''One Piece'', volume 40, capitolo 385</ref>, ma se qualcuno osasse ingerirne più di uno il suo corpo esploderebbe<ref name="cap. 385" />. L'unico personaggio finora apparso in grado di utilizzare il potere di due frutti del diavolo è [[Marshall D. Teach|Barbanera]], che ha ottenuto il potere del frutto Gura Gura di [[Edward Newgate|Barbabianca]] in aggiunta a quello del frutto Dark Dark già in suo possesso. Quando il possessore del potere di un frutto muore, il frutto medesimo si rigenera<ref>''One Piece'', volume 68, capitolo 676</ref>, come avviene per il frutto Foco Foco, ingerito inizialmente da [[Portuguese D. Ace]] e che, in seguito alla sua morte, risulta in possesso di [[Donquijote Do Flamingo]], sebbene venga poi mangiato da [[Sabo (personaggio)|Sabo]]. Tuttavia non esistono due frutti con lo stesso potere attivi nello stesso momento<ref>''One Piece'', volume 48, SBS</ref>.
 
I poteri derivanti dai frutti sono considerati diversamente a seconda della regione e dalla cultura del mondo di ''One Piece'': nel [[Mare Orientale (One Piece)|Mare Orientale]] i possessori vengono talvolta considerati demoni; anche [[Nico Robin]], che arriva dal [[Mare Occidentale]], venne emarginata dai coetanei per i suoi poteri; sull'[[Universo di One Piece#Paradiso|isola degli uomini-pesce]] [[Vander Decken IX]] chiama il suo potere "maledizione", mentre i samurai del [[Universo di One Piece#Nuovo Mondo|Paese di Wa]] li chiamano "stregonerie". Secondo quanto afferma Do Flamingo, per le abilità dei frutti del diavolo esiste uno stato superiore chiamato {{nihongo|risveglio|覚醒|kakusei}}: quando i poteri di una persona che ha ingerito un frutto del diavolo si risvegliano essi non influenzano solo chi lo ha ingerito ma anche tutto ciò che lo circonda. Do Flamingo, ad esempio, mostra i suoi pieni poteri trasformando gli edifici e il terreno di Dressrosa in fili.
Utente anonimo

Menu di navigazione