Differenze tra le versioni di "Agente J"

Jump to navigation Jump to search
m
Bot: orfanizzazione voci eliminate in seguito a consenso cancellazione
(Correzione del testo (Boris del 1969 non del 1996) e modifica della costruzione di alcune frasi.)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile Modifica visuale
m (Bot: orfanizzazione voci eliminate in seguito a consenso cancellazione)
Nel corso degli anni, J diventa un superbo ed estremamente rispettato agente, ma L ritorna alla sua vecchia carriera di coroner poiché incapace di reggere la vita dei MiB. Tutti gli agenti novizi assegnatigli in seguito si rivelano incompatibili con J, tanto che questi si fa la fama di neuralizzare tutti i suoi nuovi partner.
 
Nel luglio [[2002]], all'inizio del [[Men in Black II|secondo film]], il suo partner è l'agente T, ma a seguito di una missione fallita, lo interroga sui motivi del suo ingresso nell'organizzazione e, quando questi risponde che voleva essere un [[eroe]], J lo neuralizza poiché il suo desiderio è incompatibile con la natura anonima dell'organizzazione. Esasperato, Z, il direttore dei MiB, arriva ad assegnargli temporaneamente come partner [[Frank il carlino]].
 
Nel momento in cui sulla terra giunge la pericolosa aliena Kylotiana, Serleena intenzionata a distruggere il pianeta pur di mettere le mani su di un artefatto denominato ''Luce di Zartha''. Essendo K l'unico a sapere cosa sia tale oggetto, J viene autorizzato a de-neuralizzare il vecchio mentore, il quale successivamente rivela che la Luce altri non è che Laura Vasquez, testimone oculare di un delitto alieno in realtà discendente dalla regina Zarthiana, e dunque l'unica in grado di guidare il suo popolo portandogli la luce. A malincuore i due agenti fanno tornare la ragazza su Zartha, sebbene J ne fosse innamorato e K il presunto padre.
12 550

contributi

Menu di navigazione