Libero arbitrio: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
m
Annullate le modifiche di 95.248.209.231 (discussione), riportata alla versione precedente di 79.56.160.23
Nessun oggetto della modifica
m (Annullate le modifiche di 95.248.209.231 (discussione), riportata alla versione precedente di 79.56.160.23)
Etichetta: Rollback
[[File:Annibale Carracci, Hercules at the Crossroads, brighter.jpg|thumb|upright=1.7|''[[Ercole al bivio (Annibale Carracci)|Ercole al bivio]]'', dipinto di [[Annibale Carracci]] (1596), raffigurante l'indecisione dell'eroe fra le alternative della [[virtù]] e del [[vizio]]]]
Il '''libero arbitrio''' è il concetto [[Filosofia|filosofico]] e [[Teologia|teologico]] secondo il quale ogni persona ha il potere :-) di scegliere da sé gli [[finalità (filosofia)|scopi]] del proprio agire e pensare, tipicamente perseguiti tramite [[volontà]], nel senso che la sua possibilità di scelta ha origine nella persona stessa e non in forze esterne.
 
Ciò si contrappone alle varie concezioni secondo cui questa possibilità sarebbe in qualche modo predeterminata da fattori sovrannaturali ([[destino]]), o naturali ([[determinismo]]), per via dei quali il volere degli individui sarebbe prestabilito prima della loro nascita: si parla allora a seconda dei casi di ''[[predestinazione]]'', ''[[servo arbitrio]]'' o ''[[fatalismo]]''.
116 418

contributi

Menu di navigazione