Differenze tra le versioni di "Charles-Maurice de Talleyrand-Périgord"

Jump to navigation Jump to search
m
 
=== Il [[Direttorio]] ===
[[File:MadameMarie Eléonore Godefroid - Portrait of Mme de Staël.jpg|thumb|Madame de Staël: fu amica e protettrice di Talleyrand, con il quale condivideva l'orientamento politico liberale.]]
Intanto, dopo la [[colpo di Stato del 9 termidoro|caduta di Robespierre]], gli amici di Talleyrand rimasti in Francia si danno da fare per il suo rientro, in particolare la celebre e colta [[Madame de Staël]], figlia del banchiere svizzero e ministro di [[Luigi XVI di Francia|Luigi XVI]] [[Jacques Necker]], a suo tempo irretita dal fascino del brillante giovane vescovo di Autun. La loro opera di persuasione presso i maggiorenti del nuovo regime, il [[Direttorio]], infine riesce e Talleyrand può rientrare in Europa da libero cittadino nell'estate del 1796. Appena rientrato viene nominato ambasciatore presso la [[Repubblica Batava|Repubblica batava]], un incarico di secondo piano, a causa dell'ostilità che alcuni membri del [[Direttorio]], in particolare Reubell, gli manifestano apertamente. Ciononostante Talleyrand sa bene come uscire anche dalle situazioni in apparenza più spinose: non perde tempo e già nel 18 fruttidoro [[1797]] un suo piano ben orchestrato sventa un colpo di Stato dei realisti guidato dal generale [[Jean-Charles Pichegru]] e sostenuto da due membri del direttorio, [[Lazare Carnot|Carnot]], suo acerrimo nemico, e [[François de Barthélemy|Barthélemy]]: Carnot riesce a fuggire mentre Pichegru e Barthélemy catturati, finiranno alla [[Caienna]]. Nel luglio di quell'anno, sempre grazie ai buoni uffici di [[Madame de Staël]], il capo del Direttorio [[Paul Barras]] lo nomina finalmente Ministro degli Esteri della Repubblica, incarico che manterrà, salvo una breve interruzione, per i successivi dieci anni anche sotto il [[Consolato (Francia)|Consolato]] e l'[[Primo Impero francese|Impero]].
[[File:Paul Barras directeur.jpg|thumb|left|upright|Paul Barras: capo del [[Direttorio]], nominò Talleyrand ministro degli Esteri nel 1797.]]
79

contributi

Menu di navigazione