Spawn (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Spawn
Spawn (film) Screenshot.jpg
Spawn (Michael Jai White) in una scena del film
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1997
Durata96 min
98 min (director's cut)
Rapporto1.85 : 1
Genereazione, fantastico, avventura, orrore
RegiaMark A.Z. Dippé
Soggettodal fumetto di Todd McFarlane
SceneggiaturaAlan McElroy, Mark A.Z. Dippé
ProduttoreClint Goldman
Produttore esecutivoAlan C. Blomquist, Todd McFarlane
Casa di produzioneNew Line Cinema, Pull Down Your Pants Pictures, Todd McFarlane Entertainment
FotografiaGuillermo Navarro
MontaggioTodd Busch, Michael N. Knue
Effetti specialiChris Brenczewski, Jon Thackery
MusicheGraeme Revell, Marilyn Manson
ScenografiaPhilip Harrison
CostumiDaniel J. Lester
TruccoHoward Berger, Robert Kurtzman
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Spawn è un film del 1997 diretto da Mark A.Z. Dippé.

È la trasposizione cinematografica dell'omonimo fumetto creato da Todd McFarlane per la Image Comics. Dippé ha anche partecipato alla stesura della sceneggiatura, mentre McFarlane ha svolto il ruolo di produttore esecutivo.

Tra gli interpreti figurano Michael Jai White nel ruolo del protagonista, Frank Welker nel doppiaggio di Malebolgia, Martin Sheen nella parte di Jason Wynn, John Leguizamo nella parte del Violator/Clown, Nicol Williamson nella parte di Cagliostro e Melinda Clarke in quella di Jessica Priest.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Al Simmons è un killer professionista al soldo del governo statunitense che viene ucciso durante una missione in Corea del Nord, finalizzata a distruggere l'impianto industriale dove era in realizzazione un virus da utilizzare come arma biologica, dal suo spietato superiore Jason Wynn e dal suo braccio destro Jessica Priest; Wynn fa poi saltare in aria l'impianto al fine di liberare il virus e utilizzare gli abitanti del vicino villaggio come cavie per testare l'arma.

Simmons finisce quindi all'Inferno, dove il malefico demone Malebolgia gli propone un patto: lo avrebbe rimandato sulla Terra, permettendogli di rivedere la sua amata moglie Wanda, purché avesse accettato di guidare poi le truppe infernali fino alle porte del Paradiso. Simmons accetta e viene rimandato nel mondo dei vivi, con il corpo tuttavia deformato dalle ustioni; una volta sulla Terra, con pesanti vuoti di memoria e sconvolto da ciò che gli è accaduto, Al ritorna a casa per rivedere Wanda e rimane sconvolto nel vederla in atteggiamenti intimi con il suo ex migliore amico Terry: il redivivo si rende conto che i due hanno avuto una figlia, Cyan, dal momento che sono passati circa cinque anni dalla sua morte.

In preda ad atroci dolori Al viene recuperato dal Clown, la forma umanoide del malvagio demone Violator incaricato da Malebolgia di istruirlo ed assicurarsi che rispetti il suo patto; il Clown gli spiega che i suoi dolori sono dovuti al fatto che il necroplasma di cui il suo corpo è ora composto si sta sviluppando e lo sta rendendo Spawn, un figlio dell'Inferno stesso. Al fa anche la conoscenza di Cagliostro, un assassino vissuto secoli prima con una sorte simile alla sua ma che ora combatte dalla parte del Paradiso: l'uomo lo seguirà nella speranza che anche lui rinunci ai suoi propositi di vendetta e a guidare le truppe infernali insegnandogli anche a controllare il necroplasma.

Jason Wynn, nel frattempo, ha sfruttato la CIA e la propria posizione per perfezionare il virus, ora chiamato "Heat 16", e creare l'arma batteriologica perfetta: svariate bombe sono già state posizionate in punti strategici del mondo per poterlo contaminare in pochissimo tempo allo scopo di ricattare i governi mondiali e costringerli ad entrare nel suo "Consorzio". Durante un primo scontro Spawn uccide Jessica Priest, ma l'intervento di numerose guardie permettono a Wynn di scappare mettendo lo stesso Simmons in fuga. Poco dopo il Clown propone a Wynn una sorta di assicurazione sulla vita: un dispositivo collegato al cuore che, in caso di sua prematura scomparsa, farebbe detonare tutte le bombe sparse per il globo. Spawn combatte quindi contro il Clown perdendo malamente, ma viene tratto in salvo in extremis da Cagliostro mentre il Clown è giunto a casa di Wanda con Jason.

All'abitazione Terry, che negli ultimi anni si è occupato di gestire le pubbliche relazioni di Wynn ed è riuscito ad impossessarsi di tutti i dati riservati in merito al Heat 16, è deciso a smascherare il piano di Wynn inviando tutto il materiale ad una giornalista; mentre Cyan entra nella camera del padre, Jason la prende in ostaggio minacciando la famiglia sino all'arrivo del Clown: Spawn li raggiunge ma Wynn uccide, pugnalandola, Wanda. Al, furioso, comincia quindi a picchiare Wynn ma il pensiero che il virus avrebbe ucciso anche la piccola Cyan riesce a calmarlo e rinuncia quindi ai suoi propositi di vendetta. A questo punto interviene il Clown, che aveva assunto le sembianze di Wanda per ingannare Spawn, e svela il suo piano: Al avrebbe dovuto uccidere Wynn e spargere il virus così che la sua anima sarebbe stata definitivamente corrotta, la vita sul pianeta distrutta e Spawn sarebbe stato pronto per guidare le armate infernali.

Simmons viene nuovamente salvato da Cagliostro, insieme al quale affronta il Clown nella sua forma demoniaca riuscendo questa volta ad ucciderlo decapitandolo; l'ex assassino afferma di essere sollevato dalla scelta di Spawn e che se avesse invece scelto di combattere per l'Inferno lo avrebbe ucciso. All'arrivo della polizia Spawn è già scomparso, non prima di aver rivelato la sua identità all'ex moglie e all'amico, mentre Wynn viene arrestato.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha una colonna sonora molto particolare. Ogni pezzo è stato realizzato appositamente per il film da una coppia di gruppi diversi, nella maggior parte dei casi uno di musica metal e uno di musica elettronica. Tra gli altri hanno partecipato Metallica, Incubus, Marilyn Manson, The Prodigy.

Bonus tracks

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1998 è iniziata la lavorazione sul sequel del film.[1][2][3][4] Nel 2001 il protagonista del primo film, Michael Jai White, parlò per la prima volta del progetto, dichiarando di essere stato contattato dal produttore Don Murphy per tornare nella parte.[5][6] Riguardo alla sceneggiatura, il creatore del fumetto, Todd McFarlane, espresse il suo interesse nel partecipare nuovamente al film, magari inserendo come antagonisti Sam e Twitch;[2][3] successivamente annunciò che Spawn 2 non sarebbe stato un sequel ma un reboot, questo per rilanciare il personaggio con la possibilità di creare un franchise.[7] Il film era programmato per essere distribuito durante il 2008,[8] successivamente nel 2010 e, infine, nel 2011, il suo autore ha dichiarato d'esservi ancora al lavoro.

Nel settembre 2016 Todd McFarlane ha dichiarato che la sceneggiatura dell'adattamento è soltanto da ultimare: «Ho finito lo script, ma lo sto editando. Sono 183 pagine, e di solito i produttori ne vogliono 120. Penso che alla fine arriverò a 140». Inoltre ha confermato l'idea del reboot, aggiungendo che il personaggio della pellicola sarà «dark, vietato ai minori, pauroso e badass». «Il mondo sarà molto reale, eccetto per una cosa [...]. Sullo sfondo, vedrete questo Uomo Nero muoversi. Questo Uomo Nero che noi conosciamo come Spawn. Avrà lo stesso aspetto del primo film? No. Avrà un supervillain contro cui combattere? No. Lui sarà lo spettro, il fantasma».[9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Spawn, Bloody-Disgusting, 31 maggio 2007. URL consultato il 18 agosto 2008 (archiviato dall'url originale il 2 giugno 2007).
  2. ^ a b Steve Head, Michael Jai White Gives IGN FilmForce the Latest on Spawn 2, Movies IGN, 12-03-2001. URL consultato il 18 agosto 2008.
  3. ^ a b Project Frame: Spawn 2, Comics2film. URL consultato il 18 agosto 2008 (archiviato dall'url originale il 3 aprile 2002).
  4. ^ John Campea, Spawn 2?, The Movie Blog, 27-02-2006. URL consultato il 18 agosto 2008 (archiviato dall'url originale il 28 marzo 2006).
  5. ^ Spawn 2 Update, Movies IGN, 03-12-2002. URL consultato il 18 agosto 2008.
  6. ^ Who Might Direct Transformers?, Movies IGN, 10-07-2003. URL consultato il 18 agosto 2008.
  7. ^ Fanboy Radio #357 - Todd McFarlane LIVE, Fanboy Radio, 13 dicembre 2006. URL consultato il 21 marzo 2016 (archiviato dall'url originale il 2 aprile 2016).
  8. ^ Scott Weinberg, McFarlane sta pensando ad un nuovo Spawn?, Rotten Tomatoes, 04-06-2007. URL consultato il 18 agosto 2008.
  9. ^ Spawn: gli ultimi aggiornamenti sull’atteso reboot cinematografico | Best Movie, su bestmovie.it. URL consultato il 17 settembre 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]