Spatula versicolor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Alzavola argentata
Anas versicolor.JPG
Spatula versicolor
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Anseriformes
Sottordine Neornithes
Superfamiglia Neognathae
Famiglia Anatidae
Sottofamiglia Anatinae
Tribù Anatini
Genere Spatula
Specie S. versicolor
Nomenclatura binomiale
Spatula versicolor
(Vieillot, 1816)
Sinonimi

Anas versicolor
Vieillot, 1816

Anas versicolor

L'alzavola argentata (Spatula versicolor (Vieillot, 1816)) è un uccello della famiglia degli Anatidi[2], diffuso in Sudamerica.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La metà superiore della testa e di color nero fin sulla nuca, il resto della testa e il collo sono di un bianco tendente al giallognolo, le penne del manto e delle spalle sono scure, la parte posteriore è bianca con raggi a sezione trasversale neri, il becco è in prevalenza celeste, le zampe sono grigie. La lunghezza varia dai 40 a 51 cm, mentre il peso oscilla tra i 300 e i 500 grammi.[senza fonte]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

L'alzavola argentata è endemica del Sudamerica; la sua distribuzione geografica spazia dalla Bolivia e dal Brasile, sino all'Argentina, Paraguay, Uruguay e al nord del Cile.[1]

Il loro habitat naturale sono paludi e corsi d'acqua degli altipiani e laghi con poca vegetazione in pianura.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

L'alimentazione di questi uccelli è fatta in prevalenza di piante acquatiche, ma può includere molluschi ed insetti acquatici.[senza fonte]

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Esistono due sottospecie:[2]

  • Spatula versicolor versicolor (Vieillot, 1816)
  • Spatulaversicolor fretensis (King, PP, 1831)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) BirdLife International, 2016, Spatula versicolor, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2019.2, IUCN, 2019. URL consultato il 1º ottobre 2018.
  2. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Anatidae, in IOC World Bird Names (ver 9.2), International Ornithologists’ Union, 2019. URL consultato il 1º ottobre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Spatula versicolor, in Avibase - il database degli uccelli nel mondo, Bird Studies Canada.
Uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli