Southern African Large Telescope

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
South African Large Telescope
Southern African Large Telescope 720x576px.jpg
Il telescopio SALT, nel Karoo in Sudafrica
EnteSouth African Astronomical Observatory
StatoSudafrica Sudafrica
LocalizzazioneSutherland
Coordinate32°22′33.62″S 20°48′38.44″E / 32.376006°S 20.810678°E-32.376006; 20.810678Coordinate: 32°22′33.62″S 20°48′38.44″E / 32.376006°S 20.810678°E-32.376006; 20.810678
Altitudine1 783[1] m s.l.m.
Caratteristiche tecniche
TipoTelescopio riflettore
Lunghezza d'ondaVisibile
Diametro primario~11,1m x ~9,8m
Area66
MontaturaAltazimutale (45 t)
CupolaSferica (raggio 25 m)
36 milioni di dollari (primi 10 anni)
Sito ufficiale

Il Southern African Large Telescope (SALT) è un telescopio ottico del diametro di circa 10 metri, situato nella regione semi-desertica di Karoo in Sudafrica, nei pressi della cittadina di Sutherland.

SALT è il più grande telescopio ottico dell'emisfero australe, e sarà in grado di riprendere immagini e di eseguire analisi di spettroscopia e di polarimetria di oggetti celesti che non sono visibili dall'emisfero boreale. Originariamente era stato pensato come una copia del telescopio Hobby-Eberly Telescope (HET) all'Osservatorio McDonald, ma durante l'adattamento del progetto di costruzione, sono stati introdotti numerosi cambiamenti specialmente per ridurre l'aberrazione sferica, poiché si voleva incrementare il campo visuale utile per l'osservazione.

Lo specchio principale completo ha visto la prima luce il 1º settembre 2005, ottenendo immagini con una risoluzione di un secondo d'arco, dell'ammasso globulare 47 Tucanae, dell'ammasso aperto NGC 6152, della galassia spirale NGC 6744, e della nebulosa Laguna M8. La cerimonia di inaugurazione ufficiale è avvenuta il 10 novembre 2005 alla presenza del presidente del Sudafrica Thabo Mbeki.

Il Sudafrica ha contribuito per circa un terzo dei totali 36 milioni di dollari, che finanzieranno il SALT per i primi 10 anni (20 milioni per la costruzione, 6 milioni per la strumentazione, e 10 milioni per le attività di osservazione). Il resto dei contributi è venuto da altri paesi che hanno collaborato al progetto Germania, Polonia, Stati Uniti, Regno Unito e Nuova Zelanda.

Informazioni generali[modifica | modifica wikitesto]

SALT è situato presso 32°22′33.62″S 20°48′38.44″E / 32.376006°S 20.810678°E-32.376006; 20.810678, in cima ad una collina all'interno di una riserva naturale a 370 km a nord-est di Città del Capo, vicino alla cittadina di Sutherland. L'installazione dello specchio principale fu iniziata nel marzo 2004. L'ultimo dei 91 segmenti esagonali che compongono lo specchio primario fu piazzato nel maggio 2005.

In questo sito Korea e Giappone hanno altri telescopi e il Sudafrica dispone qui di altri cinque telescopi ottici. L'University of Birmingham ha un telescopio solare in questa località, in modo da contribuire alla copertura l'osservazione continua del Sole.

Il SALT osserverà quasar e consentirà di osservare stelle e galassie miliardi di volte più deboli di quelle visibili ad occhio nudo.

Specchio Primario[modifica | modifica wikitesto]

Sia SALT sia il suo gemello HET hanno una configurazione ottica inusuale. Similmente al Telescopio Keck, lo specchio principale è composto da una schiera di specchi esagonali disposti per funzionare come un singolo grande specchio primario; però lo specchio del SALT riproduce un primario con profilo sferico invece di quello parabolico tipico della configurazione Cassegrain classica. Ogni tassello è composto da uno specchio esagonale di 1 metro, e la schiera è composta da 91 tasselli esagonali identici che formano uno specchio esagonale di 11 x 9.8 metri. Per compensare l'aberrazione sferica dello specchio primario, il SALT dispone di quattro specchi che correggono l'immagine (detti SAC, cioè "spherical aberration corrector"); il piano focale risulta così essere corretto al fuoco primario per un campo visuale di 8 minuti d'arco.

Partner[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2007, si sono uniti al consorzio del SALT i seguenti nuovi partner:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Specifiche telescopio: https://www.salt.ac.za/telescope

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN154029587 · ISNI (EN0000 0001 0317 3220
Astronomia Portale Astronomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronomia e astrofisica