Sopralluoghi in Palestina per il Vangelo secondo Matteo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sopralluoghi in Palestina per il Vangelo secondo Matteo
Paese di produzione Italia
Anno 1965
Durata 55 min
Dati tecnici B/N
Genere documentario
Regia Pier Paolo Pasolini
Soggetto Pier Paolo Pasolini
Sceneggiatura Pier Paolo Pasolini
Produttore Alfredo Bini
Fotografia Otello Martelli, Aldo Pinelli
Musiche Johann Sebastian Bach
Interpreti e personaggi

Sopralluoghi in Palestina per il Vangelo secondo Matteo è un film documentario italiano girato da Pier Paolo Pasolini nel 1963, poi uscito nel (1965).

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Pasolini si reca in Palestina, assieme a don Carraro, alla ricerca dello scenario in cui girare Il Vangelo secondo Matteo, nella speranza di trovare dei luoghi che richiamino il mondo biblico arcaico. Nel percorrere i luoghi della predicazione di Cristo, riconosce in essi gli elementi tipici della campagna dell'Italia meridionale. Pasolini è sorpreso dalla modernità di alcune zone di Israele, come Tel Aviv e la parte israeliana di Gerusalemme, in forte contrasto con i miseri villaggi arcaici del mondo arabo. Sa che è quest'ultimo ad avere mantenuto nei costumi le caratteristiche del periodo di Cristo, mentre il mondo ebraico è troppo occidentalizzato e industrializzato per essere utilizzato nel film. Stando a stretto contatto con la gente del luogo, si rende conto che sarebbe impossibile trovare delle comparse adatte al suo film sia tra gli ebrei, per i loro volti troppo moderni, sia tra gli arabi, per i loro volti pre-cristiani. Nei pressi di Nazaret, Pasolini intervista alcuni abitanti di un Kibbutz sulla loro organizzazione sociale e sul sistema di educazione dei loro figli. Prima di entrare in Gerusalemme, il regista afferma di essere deluso dalla sua ricerca e avanza l'ipotesi di ricreare altrove la scenografia del suo film, anche se la semplicità e la piccolezza dei luoghi della predicazione di Cristo sono stati per lui una lezione di vita. Il documentario si conclude con la visita a Gerusalemme, la cui grandiosità affascina Pasolini, e a Betlemme, con le immagini della grotta in cui, secondo la tradizione, è nato Cristo.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Óscar Esquivias: «Viaje hacia la humildad» (sul documentario Supralluoghi in Palestina per il vangelo secondo Mateo de Pier Paolo Pasolini). Elegías íntimas. Instantáneas de cineastas. Hilario J. Rodríguez (editor). Madrid: Documenta Madrid, Festival Internacional de documentales de Madrid- Ocho y Medio, 2008.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema