Sony Entertainment Television

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sony Entertainment Television
Logo dell'emittente
Stato India India
Lingua hindi
Slogan (HI) Rishton ne ki hai meethi guzaarish, Rishta Likhenge Hum Naya
(Le relazioni hanno fatto dolci richieste, scriveremo una nuova relazione)

Sony Entertainment Television (abbreviato SET ) è un canale televisivo a pagamento di intrattenimento in lingua hindi, lanciato il 30 settembre 1995 e di proprietà di Sony Pictures Networks India, sussidiaria della giapponese Sony.[1]

SET gestisce un canale indiano su YouTube che, con un totale di 95,6 miliardi di visualizzazioni e 112 milioni di iscritti al 13 agosto 2021, è il terzo canale YouTube più visto e sottoscritto.[2][3]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La rete televisiva è stata lanciata nel novembre 1995 e ha iniziato a mandare in onda serie drammatiche e reality show.[4] Fino al 2003 trasmetteva anche programmi di Disney Channel, film Disney o programmi indiani come CID e Crime Patrol.[5][6][7] Nel 2006 Sony ha realizzato un adattamento del famoso reality show Big Brother, chiamato Bigg Boss.[8] Ha anche realizzato Fear Factor India, adattamento del reality statunitense Fear Factor, poi spostati su Colors TV.

Il logo del canale è diventato verde nel 2001 e viola nel 2016.[9]

Una versione internazionale, precedentemente nota come Sony Entertainment Television Asia, è stata lanciata l'8 ottobre 1998, con sede nel Regno Unito. Ha un grande seguito tra i paesi dell'Asia meridionale e alcune regioni hanno una propria programmazione. È disponibile in diversi Paesi e regioni, tra cui Hong Kong, Singapore, Corea del Sud, Australia, Canada, Europa, Figi, Guyana, Mauritius, Medio Oriente, Nuova Zelanda, Pakistan, Sud Africa, Suriname, Trinidad e Tobago, il Regno Unito e Stati Uniti.[10]

SonyLIV[modifica | modifica wikitesto]

Nel gennaio 2013 la rete ha lanciato in India un servizio di streaming chiamato SonyLIV, che fornisce accesso a contenuti dei canali di Sony Entertainment Network, tra cui film e programmi televisivi in hindi e in inglese.[11] Il servizio è stato poi rinominato SonyLIV 2.0.[12]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Overview, su sonypicturesnetworks.com. URL consultato il 22 agosto 2021.
  2. ^ (EN) SET India - YouTube, su youtube.com. URL consultato il 22 agosto 2021.
  3. ^ (EN) Top ten most subscribed YouTube channels in the world. URL consultato il 22 agosto 2021.
  4. ^ (EN) Sony launches 'Kaun Apna Kaun Paraya' as part of fresh afternoon menu, su indiantelevision.com, 30 maggio 2001. URL consultato il 22 agosto 2021.
  5. ^ (EN) 'I wouldn't mind writing a funny love story' : Shridhar Raghavan, su indiantelevision.com, 10 febbraio 2002. URL consultato il 22 agosto 2021.
  6. ^ (EN) Sony TV brings back CID, Aahat and Yeh Un Dinon Ki Baat Hai, su indianexpress.com, 1º aprile 2020. URL consultato il 22 agosto 2021.
  7. ^ (EN) Sony Entertainment Television’s ‘Crime Patrol Satark’ to Initiate a New Chapter – Women Against Crime, su indiawest.com. URL consultato il 22 agosto 2021.
  8. ^ (EN) Priyanka Srivastava, How real are reality shows?, in The Times of India. URL consultato il 22 agosto 2021.
  9. ^ (EN) Sony goes for image/content makeover, looks to capture the heart of the entire household, in The Financial Express, 29 novembre 2016. URL consultato il 22 agosto 2021.
  10. ^ (EN) Sony Entertainment takes HD route in the US, su indiantelevision.com, 6 novembre 2013. URL consultato il 22 agosto 2021.
  11. ^ (EN) The ultimate SonyLIV review: Everything you need to know, su finder.com, 15 luglio 2018. URL consultato il 22 agosto 2021.
  12. ^ (EN) SonyLIV Starts Rolling Out New Interface, Logo to Provide Fresh Experience, su gadgets.ndtv.com. URL consultato il 22 agosto 2021.
Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione