Sonata per pianoforte n. 10 (Mozart)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sonata per pianoforte n. 10
K330 allegro moderato.png
Compositore Wolfgang Amadeus Mozart
Tonalità Do maggiore
Tipo di composizione Sonata
Numero d'opera K 330
Epoca di composizione forse 4-20 luglio 1778; oppure 1783 o 1784
Durata media 18 minuti
Organico

pianoforte

Movimenti
  • Allegro moderato
  • Andante cantabile
  • Allegretto

La sonata per pianoforte n. 10 in Do maggiore K 330 è un'opera pianistica di Wolfgang Amadeus Mozart.

La data della sua composizione è incerta; datata da Köchel e da Alfred Einstein (assieme alle successive sonate K 331, K 332 e K 333) al 1778, in seguito il musicologo Alan Tyson, mediante un'analisi della carta dei manoscritti, ha proposto la datazione di tutte queste quattro sonate al periodo 1783 o 1784[1].

Si segnala per la leggerezza e la semplicità un po' convenzionale della partitura, probabilmente destinata a pianisti di modeste capacità (Hermann Abert ipotizza che fosse stata composta per un allievo).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Piero Rattalino, Storia del pianoforte, Il Saggiatore, Milano 2008 (ISBN 978-88-565-0015-8), pag. 48.
musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica