Something/Anything?

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Something/Anything?
ArtistaTodd Rundgren
Tipo albumStudio
Pubblicazione1972
Durata86:15
Tracce25
GenerePop rock
Musica d'autore
EtichettaBearsville Records
Registrazionefine 1971, I.D. Sound Studios and Runt Recorders, Los Angeles
The Record Plant, New York City
Bearsville Studios, Woodstock, NY
Todd Rundgren - cronologia
Album successivo

Something/Anything? è un album doppio pubblicato nel 1972 dal cantautore statunitense Todd Rundgren su marchio Bearsville[1].

Dall'album sono stati estratti cinque singoli: I Saw the Light che fu una hit, Couldn't I Just Tell You, Hello It's Me, It Wouldn't Have Made Any Difference, Wolfman Jack.

L'album è stato suonato, cantato e prodotto dal solo Rundgren, uno dei primi esempi di DIY nella storia del rock.[2]

Solo nella side 4 dell'album si è avvalso della collaborazione di alcuni musicisti.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Tutte le tracce sono state scritte da Todd Rundgren tranne dove indicato

Side 1[modifica | modifica wikitesto]

  1. I Saw the Light – 2:56
  2. It Wouldn't Have Made Any Difference – 3:50
  3. Wolfman Jack – 2:54
  4. Cold Morning Light – 3:55
  5. It Takes Two to Tango (This Is for the Girls) – 2:41
  6. Sweeter Memories – 3:36

Side 2[modifica | modifica wikitesto]

  1. Intro – 1:11
  2. Breathless – 3:15
  3. The Night the Carousel Burned Down – 4:29
  4. Saving Grace – 4:12
  5. Marlene – 3:54
  6. Song of the Viking – 2:35
  7. I Went to the Mirror – 4:05

Side 3[modifica | modifica wikitesto]

  1. Black Maria – 5:20
  2. One More Day (No Word) – 3:43
  3. Couldn't I Just Tell You – 3:34
  4. Torch Song – 2:52
  5. Little Red Lights – 4:53

Side 4[modifica | modifica wikitesto]

  1. Overture–My Roots: Money (That's What I Want)/Messin' With The Kid (Janie Bradford, Berry Gordy, Jr., Mel London) – 2:29[3]
  2. Dust in the Wind (Mark Klingman) – 3:49
  3. Piss Aaron – 3:26
  4. Hello It's Me – 4:42
  5. Some Folks Is Even Whiter Than Me – 3:56
  6. You Left Me Sore – 3:13
  7. Slut – 4:03x

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Carlo Bordone, Merry Melodies: Il pop in 100 album fondamentali, in Mucchio Extra, Stemax Coop, #22 Estate 2006.
  2. ^ The History of Rock Music. Todd Rundgren: biography, discography, reviews, links
  3. ^ il CD The Rhino/Bearsville accredita scorrettamente Ed Kuepper e Chris Bailey dei The Saints, che pubblicarono una canzone chiamata Messin' With the Kid sull'album (I'm) Stranded. Rundgren reintrpreta invece una canzone dallo stesso titolo, scritta da Mel London nel 1960.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica