Soma (videogioco)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Soma
videogioco
Piattaforma Microsoft Windows, macOS, Linux, PlayStation 4
Data di pubblicazione 22 settembre 2015
Genere Avventura
Tema fantascienza, survival horror, transumanesimo
Sviluppo Frictional Games
Pubblicazione Frictional Games
Ideazione Thomas Grip, Mikael Hedberg
Modalità di gioco giocatore singolo
Motore grafico HPL Engine 3
Distribuzione digitale Steam, PlayStation Network

Soma è un videogioco survival horror fantascientifico, sviluppato dalla Frictional Games e pubblicato per PC e PlayStation 4 il 22 settembre 2015[1]. Il gioco è ambientato a Pathos-II, un centro di ricerca sottomarino dove le macchine iniziano ad assumere caratteristiche umane[2].

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Soma è un videogioco in prima persona basato principalmente su elementi horror psicologici. Durante il gameplay, possono essere trovati numerosi indizi, tra cui note, registrazioni vocali e ricordi che costruiscono l'atmosfera e portano avanti la trama. Così come i precedenti titoli della Frictional Games, non vi è un sistema di combattimento, bensì spetta al giocatore risolvere puzzle, esplorare le aree e superare i nemici in maniera furtiva.

Sinossi[modifica | modifica wikitesto]

Ambientazione[modifica | modifica wikitesto]

La storia è ambientata in un centro di ricerca sottomarino noto come Pathos-II. Attualmente in rovina, il centro era un tempo un gruppo di stazioni sparse per l'Oceano Atlantico del Nord, che serviva a lanciare satelliti e sonde nello spazio senza l'ausilio di missili dispendiosi. Dopo che l'impatto di una cometa sulla Terra ha provocato un'estinzione di massa, Pathos-II è diventato inaspettatamente l'unico rifugio in grado di far sopravvivere esseri umani, i quali, costretti ad accomodarsi alla meglio di giorno in giorno, si sono ritrovati ad affrontare anche gli effetti negativi del loro isolamento. In tutto questo, nel frattempo le macchine di Pathos-II hanno cominciato a sviluppare una coscienza e facoltà umane.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2015 Simon Jarrett ha un incidente stradale a cui sopravvive riportando gravi danni cerebrali ed emorragie craniche. A causa delle ferite subite, Simon accetta di sottoporsi a una scansione cerebrale sperimentale da parte di un dottorando di nome David Munshi, ma per qualche motivo dopo lo scan si risveglia nel sito Upsilon di Pathos-II, che scopre essere un centro di ricerca sottomarino apparentemente abbandonato. Esplorando Upsilon, Simon riesce a entrare in contatto con una ragazza di nome Catherine, che lo invita a recarsi da lei nel sito Lambda e che gli rivela di essersi risvegliato nel 2104, ovvero circa un anno dopo che una cometa ha devastato la superficie terrestre facendo diventare Pathos-II presumibilmente l'ultimo avamposto dell'umanità. Lungo il suo viaggio, Simon incontra anche diversi robot che credono di essere umani, così come numerosi altri robot e creature mutanti che gli sono ostili.

Giunto al sito Lambda, Simon scopre che pure Catherine non è umana, bensì è la scansione di una dipendente di Pathos-II, scaricata in un'unità di memorizzazione. Di contro però, Simon stesso è il risultato della scansione del Simon originale del 2015, caricata per ragioni ignote nel cadavere modificato di un'altra dipendente di Pathos-II da un'intelligenza artificiale denominata unità custode (WAU), che ha preso il controllo del centro e ha trasformato tutti gli esseri umani sopravvissuti in mostri bio-meccanici per adempiere in qualche modo al suo compito di preservare l'umanità. L'unica alternativa ideata da Catherine per far sì che qualcosa della storia umana riesca a fuggire dalla Terra è ARK, un computer che riproduce un mondo simulato in cui sono state salvate le scansioni di tutto il personale di Pathos-II. Pur essendo stato completato, ARK non è mai stato lanciato nello spazio, ragion per cui Simon accetta di aiutare Catherine a recuperarlo per portare a termine la sua missione.

Siccome ARK è custodito nel sito Tau in fondo all'Oceano Atlantico, Simon si dirige al sito Theta per recuperare un sottomarino chiamato DUNBAT capace di reggere alla pressione dell'Abisso. Sfortunatamente, il DUNBAT è già stato manomesso da WAU, motivo per cui Simon è costretto a spostarsi al sito Omicron per costruirsi un nuovo corpo in grado di viaggiare sul fondo marino. A Omicron, durante la ricerca di alcune componenti essenziali, Simon comincia nel frattempo a sentire una voce appartenente al fu esperto di intelligenze artificiali Johan Ross che lo implora di distruggere WAU. Dopo aver completato il corpo, Catherine copia la coscienza di Simon in esso, lasciando a lui la decisione se uccidere il Simon nel vecchio corpo o lasciarlo al suo destino.

Disceso nell'Abisso, Simon recupera ARK dal sito Tau e lo spedisce al sito Phi, dove si trova il cannone spaziale Omega. Lungo il tragitto per Phi però, Simon è costretto a prendere una deviazione per il sito Alpha, luogo in cui si cela il nucleo di WAU. Qui, Ross svela a Simon che il gel strutturale con cui ha creato il suo nuovo corpo a Omicron venne progettato da lui per avvelenare e distruggere WAU, ma che i suoi colleghi si rifiutarono di adoperarlo in tempo. Ross dà quindi la possibilità a Simon di eliminare una volta per tutte WAU, progettando in segreto di ucciderlo a breve sia che lo faccia o meno. Prima che ciò accada, Ross viene divorato da un'enorme creatura acquatica, da cui Simon fugge rifiugiandosi a Phi.

A Phi, Simon lancia ARK nello spazio mentre Catherine trasferisce all'ultimo momento le loro scansioni in esso. Confuso sul perché i due siano rimasti sulla Terra nonostante ciò, Catherine gli spiega che solo le loro copie si trovano su ARK adesso, litigando con lui sulla natura della loro missione finché la corrente elettrica non viene meno per via del lancio: Simon rimane quindi da solo, al buio, senza più obiettivi nelle profondità degli abissi. Dopo i titoli di coda, la scena si sposta all'interno di ARK, dove il Simon copiato, completamente ignaro del destino del vecchio Simon lasciato su Pathos-II, si riunisce con Catherine in un paesaggio idilliaco. Nel frattempo il satellite contenente ARK va alla deriva nello spazio, lasciandosi alle spalle il pianeta Terra devastato.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Jens, SOMA Release Date And Gameplay Trailer, Frictional Games, 29 maggio 2015. URL consultato il 21 marzo 2016.
  2. ^ (EN) SOMA - INFO, Frictional Games. URL consultato il 21 marzo 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Videogiochi