Solo cose belle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Solo cose belle
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno2019
Durata84 min
Generecommedia
RegiaKristian Gianfreda
SceneggiaturaFilippo Brambilla, Marco Brambini, Andrea Calaresi, Susanna Ciucci, Kristian Gianfreda, Matteo Lolletti e Andrea Valagussa
ProduttoreKristian Gianfreda e Lisa Tormena
Casa di produzioneCoffeetime Film e Sunset Produzioni
Distribuzione in italianoCoffeetime Film e Sunset Produzioni
FotografiaLuca Nervegna
MontaggioCorrado Iuvara
MusicheBevano Est
Interpreti e personaggi

Solo cose belle è un film del 2019, primo lungometraggio del regista Kristian Gianfreda.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Benedetta, popolare ragazza sedicenne, è la figlia del sindaco di un piccolo paese della Romagna, nell'entroterra riminese.

Costretta ad adeguarsi a un ruolo sociale che non le piace e a un ideale di perfezione che la rende infelice, la giovane cambia vita dopo l'incontro con i membri di una casa-famiglia della Comunità Papa Giovanni XXIII, trasferiti in città durante la concitata campagna elettorale per l'elezione del nuovo sindaco.

La casa-famiglia, che conta un papà e una mamma, un richiedente asilo appena sbarcato, una ex-prostituta con figlia piccola, un giovanissimo carcerato, due ragazzi con gravi disabilità e un figlio naturale, stravolge la quotidianità della piccola comunità di cui si trova a fare parte, la quale dovrà fare i conti con un mondo ai margini, sconosciuto e per questo apparentemente minaccioso, in cui tutti sembrano “sbagliati” o “difettosi”.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Gran parte delle riprese sono state effettuate a San Giovanni in Marignano ed alcune scene a Rimini e Verucchio. Alle riprese e alla realizzazione hanno partecipato persone e realtà di accoglienza della Comunità Papa Giovanni XXIII.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato presentato in anteprima a Rimini il 7 dicembre, in occasione del cinquantennale della Comunità Papa Giovanni XXIII, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.[2] Il 7 maggio 2019 è stato poi presentato al Senato e il 9 maggio successivo è uscito nelle sale.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ MYmovies.it, Solo cose belle, su MYmovies.it. URL consultato il 29 marzo 2019.
  2. ^ 'Solo cose belle', film-manifesto sul valore della diversità, su Adnkronos. URL consultato il 29 marzo 2019.
  3. ^ 'The indie fest', su The Indie Fest Film Awards. URL consultato il 12 maggio 2019.
  4. ^ 'Only good things', su Broocklyn Film Festival. URL consultato il 10 giugno 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema