Solighetto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Solighetto
frazione
Solighetto – Veduta
Panorama di Solighetto (da San Gallo)
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Veneto-Stemma.png Veneto
Provincia Provincia di Treviso-Stemma.png Treviso
Comune Pieve di Soligo-Stemma.png Pieve di Soligo
Territorio
Coordinate 45°54′54″N 12°10′10″E / 45.915°N 12.169444°E45.915; 12.169444 (Solighetto)Coordinate: 45°54′54″N 12°10′10″E / 45.915°N 12.169444°E45.915; 12.169444 (Solighetto)
Altitudine 144 m s.l.m.
Abitanti 2 483[1]
Altre informazioni
Cod. postale 31053
Prefisso 0438
Fuso orario UTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Solighetto
Solighetto

Solighetto (Suighet in veneto) è una frazione del comune di Pieve di Soligo, in provincia di Treviso.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Il campanile

Paese raccolto intorno al vecchio nucleo di piazza Libertà e attraversata dal fiume Soligo, Solighetto vanta alcuni luoghi di interesse storico e paesaggistico degni di nota.

Chiesa parrocchiale[modifica | modifica wikitesto]

La parrocchiale di Solighetto[2] è un edificio del XIX secolo voluto da Gerolamo Brandolini Rota e consacrato all'Immacolata Concezione, costruito in luogo di una chiesa preesistente dedicata a Sant'Andrea.

La facciata a capanna è in stile neoclassico, con grande timpano dentellato poggiante su una spessa architrave, dalla quale partono quattro lunghe lesene di ordine corinzio; si giunge all'ingresso, costituito da un portale rettangolare, attraverso una scalinata collegata alla piazza, dove, oltre ad un alto campanile, è presente una fontana.

L'interno della chiesa va segnalato per un'opera di Giovanni De Min, Proclamazione del dogma dell'Immacolata Concezione, posta sul soffitto dell'unica navata.

Villa Brandolini d'Adda[modifica | modifica wikitesto]

Villa Brandolini
Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Villa Brandolini d'Adda.

Oltre che dalla chiesa, il centro storico è segnato da un'altra architettura di grande rilievo: si tratta di una villa veneta del XVIII secolo, circondata da un ampio giardino, attualmente importante centro culturale del paese[3].

Giardino Salomon[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Giardino Salomon.

Il Giardino Salomon è un parco di Solighetto, un tempo museo all'aperto di sculture di Toni Benetton, nato da un'iniziativa promossa da alcuni grandi intellettuali veneti nel XX secolo.

Persone legate a Solighetto[modifica | modifica wikitesto]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

L'economia di Solighetto è indissolubilmente legata all'agricoltura, essendo quest'area perlopiù coltivata a viti, rientrando in una zona famosa per la produzione del vino Prosecco. È inoltre sede del Consorzio per la tutela del Prosecco D.O.C.. Non manca, di conseguenza, la presenza di attività di tipo agrituristico.

Tuttavia, nel secondo Novecento, ai margini dell'abitato, si è sviluppata anche qualche attività di tipo industriale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ In assenza di dati ufficiali precisi, si è fatto riferimento alla popolazione della parrocchia locale, reperibile nel sito della CEI.
  2. ^ Vedi anche la scheda della parrocchia nel sito diocesano
  3. ^ Scheda della villa nel sito dell'Istituto Regionale Ville Venete

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]