Solchi cardiaci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Solchi cardiaci con i rami arteriosi e venosi
Gray492.png
Vista antero-posteriore del cuore: si vedono l'arteria coronaria destra e parte dell'arteria coronaria sinistra
Gray491.png
Vista postero-anteriore del cuore
Identificatori
MeSHCoronary+Vessels
A07.231.114.269

I solchi cardiaci sono delle incisure che troviamo sulla superficie esterna del cuore, che è percorsa appunto da due incisure che si incrociano perpendicolarmente sulle facce diaframmatica e sternocostale dell'organo.[1]

Possiamo distinguere le seguenti strutture:

  1. il solco coronarico è posto fra il terzo superiore e i due terzi inferiori del cuore, passa a destra sotto l'auricola destra, prosegue sulla faccia diaframmatica, abbraccia la faccia sinistra per arrivare sulla faccia sternocostale, nascosto dall'auricola sinistra. In esso scorrono da destra a sinistra l'arteria coronaria destra, il ramo circonflesso dell'arteria coronaria sinistra e la grande vena cardiaca;
  2. i due solchi interventricolari , anteriore e posteriore, che sono anche noti come solco longitudinale dei ventricoli. Nella parte anteriore decorrono parallele l'arteria discendente anteriore, ramo della coronaria sinistra, e la grande vena cardiaca. Nella parte posteriore decorrono l'arteria interventricolare posteriore, ramo della coronaria destra, e la vena cardiaca media;
  3. il solco interatriale non è visibile anteriormente, ma solo posteriormente: inizia in alto in corrispondenza dello sbocco della vena cava superiore e termina in basso nella parte sinistra del solco coronarico, quindi non si continua direttamente nel solco interventricolare posteriore.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Testut e Latarjet, p.497.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Léo Testut e André Latarjet, Miologia-Angiologia, in Trattato di anatomia umana. Anatomia descrittiva e microscopica – Organogenesi, vol. 2, 5ª ed., Torino, UTET, 1973, ISBN non esistente.