Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Unione delle Forze di Destra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Sojuz Pravych Sil)
Jump to navigation Jump to search

L'Unione delle Forze di Destra (in russo: Сою́з Пра́вых Сил?, traslitterato: Sojuz Pravych Sil, SPS) è stato un partito politico russo.

SPS era un partito liberale di destra, filo-europeo. SPS era membro dell'Unione Democratica Internazionale, che raccoglie i partiti liberisti e/o conservatori.

SPS venne fondato nel 1999, ad opera di Anatoly Chubais, Boris Nemtsov e Yegor Gaidar, dall'unione di alcuni piccoli partiti liberali, tra cui, Scelta Democratica di Russia e Russia Democratica. L'intento dei fondatori era quello di dar vita ad una forza politica che avvicinasse la Russia ai modelli liberali e democratici dell'Occidente.

Alle elezioni politiche dello stesso anno l'Unione ottenne l'8.6% dei voti e 32 seggi nella Duma, incrementando del 5% il risultato ottenuto dai partiti fondatori nel 1995. Alle politiche del 2003 SPS, ottenne il 4% dei voti. L'Unione, non avendo superato lo sbarramento del 5%, elesse solo 3 deputati nei seggi maggioritari. SPS accusò il Presidente Vladimir Putin di aver condizionato i risultati elettorali, soprattutto nelle zone rurali del Paese, a vantaggio del suo partito, Russia Unita. Alle politiche del 2007, SPS ottenne appena l'1% dei suffragi, giungendo molto lontano dalla soglia di sbarramento, elevata al 7%.

Nel 2008, il partito venne sciolto e confluì, insieme al Progetto Civico, liberali, ed al Partito Democratico di Russia, centristi populisti, in Impegno di Destra.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN135358546 · LCCN (ENn2004093179 · GND (DE7684852-8