Software bloat

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Requisiti di hardware minimi delle varie versioni x86 di Microsoft Windows.
Versione Processore RAM Hard disk
Windows 95[1] 25 MHz 4 MB ~50 MB
Windows 98[2] 66 MHz 16 MB ~200 MB
Windows 2000[3] 133 MHz 32 MB 650 MB
Windows XP[4] (2001) 233 MHz 64 MB 1.5 GB
Windows Vista[5] (2007) 800 MHz 512 MB 15 GB
Windows 7[6] (2009) 1 GHz 1 GB 16 GB
Windows 8[7] (2012) 1 GHz 1 GB 16 GB
Windows 10[8] (2015) 1 GHz 1 GB 16 GB

Con Software bloat, o bloatware (in italiano: "rigonfiamento del software"), si indica la tendenza dei nuovi sistemi operativi a presentarsi all'installazione con configurazioni di dimensioni molto grandi, comprendenti app di cui talora non è chiesto all'utente se intenda o meno averli a bordo.[9]

Sono infatti talvolta automaticamente installate applicazioni che non sono usate dalla maggior parte dell'utenza, o che comunque utilizzano più risorse del necessario offrendo in cambio poco o nullo beneficio agli utenti. La definizione software bloat si utilizza dunque anche con riferimento ai programmi preinstallati nei computer e negli smartphone che vengono acquistati; non di rado i programmi si trovano in versione trial, sono cioè utilizzabili gratuitamente per un certo periodo, al termine del quale per continuare ad usarli si dovranno acquistare le relative licenze.

Cause[modifica | modifica wikitesto]

Gli sviluppatori di software degli anni settanta pativano molte limitazioni per quanto riguardava le memorie di massa e la quantità di memoria di lavoro (RAM). Ogni byte e ciclo della CPU (ciclo di clock del processore) era prezioso e il software veniva progettato in base alle risorse hardware in possesso.

La situazione si è in seguito capovolta: l'hardware costa sempre meno e la riduzione del costo di sviluppo è vista dal marketing come prioritaria. In parte, questo avviene grazie all'avanzamento tecnologico che ha portato un aumento della capacità di calcolo ed in conseguenza ad una diminuzione del tempo di sviluppo (vedi legge di Moore). La diffusione dei computer a tutti i livelli, nel mondo degli affari e nella vita quotidiana, ha portato ad uno sviluppo dell'industria del software che ha raggiunto una dimensione varie volte più grande di quella degli anni settanta. Infine, lo sviluppo dei tool di programmazione spesso fa conseguire risultati ottimi come l'integrazione in un programma di tutte le caratteristiche primarie.

Un'altra causa del software bloat può ascriversi agli standard e ai prodotti, che possono creare domanda di integrazione. Attualmente molti sistemi operativi, browser, protocolli e file system, causano software bloat nei programmi che hanno bisogno di interoperabilità. Per esempio, a un programma che dapprima poteva solo salvare in formato TXT adesso è richiesto il salvataggio in HTML, XML, XLS, CSV, PDF, DOC, eccetera.

Nel mercato degli smartphone, alcune aziende sono state accusate di inserire bloatware preinstallati di vario genere nei propri prodotti[10][11][12][13][14], e sono frequenti le guide, soprattutto in rete, su come disinstallarli[15][16][17].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Microsoft KB: Windows 95 Installation Requirements, su support.microsoft.com. URL consultato il 22 luglio 2007.
  2. ^ Microsoft KB: Minimum Hardware Requirements for a Windows 98 Installation, su support.microsoft.com. URL consultato il 22 luglio 2007.
  3. ^ Windows 2000 Server Getting Started: Chapter 3 - Planning Your Windows 2000 Server Installation, su microsoft.com. URL consultato il 29 agosto 2007.
  4. ^ Microsoft KB: System requirements for Windows XP operating systems, su support.microsoft.com. URL consultato il 22 luglio 2007.
  5. ^ Microsoft KB: System requirements for Windows Vista, su support.microsoft.com. URL consultato il 22 luglio 2007.
  6. ^ Microsoft: System requirements for Windows 7, su windows.microsoft.com. URL consultato il 9 ottobre 2009.
  7. ^ Windows 8 Release Preview ISO images, su windows.microsoft.com. URL consultato il 12 agosto 2012.
    «"Windows 8 Release Preview works great on the same hardware that powers Windows 7"».
  8. ^ Specifiche e requisiti di sistema di Windows 10, su www.microsoft.com, Microsoft Corporation. URL consultato il 21 agosto 2015.
  9. ^ Cosa sono i bloatware e come eliminarli dallo smartphone Android, Fastweb. URL consultato il 5 febbraio 2015.
  10. ^ (EN) Zach Epstein, Does iOS have a bloatware problem?, su BGR, 27 agosto 2015. URL consultato il 1º giugno 2020.
  11. ^ (EN) r/Android - How does Samsung still get away with bloatware in 2019?, su reddit. URL consultato il 1º giugno 2020.
  12. ^ Utenti accusano OnePlus di installare queste app bloatware negli smartphone, su TuttoAndroid, 5 maggio 2020. URL consultato il 1º giugno 2020.
  13. ^ (EN) Why do samsung think bloatware is ok?, su eu.community.samsung.com, 1º marzo 2018. URL consultato il 1º giugno 2020.
  14. ^ (EN) Data Sheet: DeBloating the Huawei P30 Pro, su Tested.Technology. URL consultato il 1º giugno 2020.
  15. ^ Cosa sono i bloatware e come eliminarli dallo smartphone Android, su Fastweb.it. URL consultato il 1º giugno 2020.
  16. ^ (EN) How to uninstall bloatware and preinstalled Android apps, su AndroidPIT. URL consultato il 1º giugno 2020.
  17. ^ Get those unwanted apps and bloat off of your Samsung Galaxy phone, su Android Central, 2 aprile 2020. URL consultato il 1º giugno 2020.
Informatica Portale Informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di informatica